Waymo: le sue auto a guida autonoma avrebbero problemi con la pioggia

Intervista ad un passeggero di Waymo che mette in evidenza vizi e virtù del sistema

di , pubblicato il
Intervista ad un passeggero di Waymo che mette in evidenza vizi e virtù del sistema

Le auto a guida autonoma di Waymo potrebbero ancora avere alcuni ostacoli tecnologici da superare, secondo un passeggero della compagnia intervistato da The Verge dopo aver usato l’auto sotto la pioggia. Shawn Metz è un manager delle risorse umane di 30 anni che vive a Chandler, in Arizona. È una delle persone selezionate da Waymo per utilizzare il servizio di guida autonoma “One”. Il servizio consente agli utenti di chiamare un veicolo con un’app, simile a Uber o Lyft.  Tra i molti argomenti discussi in una lunga intervista, Metz ha dichiarato di aver fermato una macchina Waymo durante un recente temporale.

Quando è entrato, ha detto che l’auto veniva guidata manualmente (la società mette i driver di sicurezza umana in tutte le sue auto come backup).

È un esempio delle molte sfide che la tecnologia della guida autonoma deve ancora affrontare, anche se le aziende fanno affermazioni ambiziose sulla commercializzazione. Uno dei vantaggi di operare in Arizona è che il tempo non è un problema per la maggior parte dell’anno. Waymo ha detto che fa funzionare le auto in caso di pioggia leggera e che sta lavorando per migliorare le capacità delle auto in caso di cattivo tempo provando in altre località. “Abbiamo testato in oltre 25 città negli Stati Uniti, il che ci consente di apprendere in diversi tipi di ambienti e condizioni meteorologiche”, ha dichiarato la società.

“Finora, abbiamo insegnato alle nostre macchine a guidare in condizioni meteorologiche moderate (pioggia) e stiamo acquisendo maggiore esperienza a Kirkland, Washington. Per testare sulla neve, abbiamo macchine che guidano a Novi nel Michigan, durante i mesi invernali. Stiamo accumulando esperienza guidando nella nebbia. Investire nei test meteorologici è fondamentale per poter portare la nostra tecnologia a più persone in più luoghi”.

Nel complesso,  il giudizio di Metz è stato abbastanza positivo sulle auto a guida autonoma di Waymo. Il passeggero si è detto favorevole alla decisione della società di mettere alla guida dell’auto una persona in carne ed ossa durante un temporale. Egli inoltre ha dichiarato che nei momenti in cui ha utilizzato l’auto non ha notato alcun atteggiamento ostile nei confronti delle auto a guida autonoma da parte degli altri utenti della strada.  Metz ha detto che lui e sua moglie usano Waymo One da sei a otto volte a settimana. Quando non utilizza questo sistema, Metz si muove principlamente su una bicicletta. Il passeggero non aveva mai usato Uber o Lyft prima di firmare per il servizio Waymo, secondo The Verge.

Leggi anche: Samsung è la società che ha depositato più brevetti sulla guida autonoma

Waymo

Leggi anche: BMW importante cambio al vertice per lo sviluppo della guida autonoma

.
Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: