Waymo ha rivelato che le sue auto a guida autonoma sono state attaccate a Phoenix

Alcuni abitanti della zona di Phoenix avrebbero attaccato le auto a guida autonoma con sassi, pistole e tubi in PVC

di , pubblicato il
Alcuni abitanti della zona di Phoenix avrebbero attaccato le auto a guida autonoma con sassi, pistole e tubi in PVC

Le auto a guida autonoma di Waymo sarebbero stati oggetto di violenze durante i test a Phoenix, in quanto alcuni residenti contestano l’aumento delle auto autonome nel loro quartiere. Quasi due dozzine di “attacchi” sono stati registrati finora, secondo il New York Times. Alcune persone hanno bersagliato le auto con sassi, altre hanno urlato contro le macchine e hanno cercato di scacciarle dalla strada, mentre un autista ha minacciato un’automobile con un tubo in PVC e un’altra ha puntato una pistola contro un furgone della divisione guida autonoma di Google. 

I veicoli autonomi sarebbero stati presi di mira per ben 21 volte

Quando i veicoli vengono avvicinati dai facinorosi, i conducenti di backup sono spesso costretti a riprendere la modalità manuale in macchina. I controllori umani che siedono come passeggeri nei veicoli spesso non chiamano la polizia, tuttavia, poiché sono addestrati a gestire anche queste situazioni.  Waymo non ha mai perseguito nessuno degli assalitori. “La sicurezza è il cuore di tutto ciò che facciamo, il che significa che tutelare i nostri conducenti, i nostri passeggeri e garantire la sicurezza pubblica è la nostra priorità principale”, ha dichiarato al Times Alexis Georgeson, portavoce di Waymo.

“Negli ultimi due anni,  le nostre auto in Arizona sono sempre state accolte in maniera entusiasta visto il potenziale che questa tecnologia ha per rendere più sicure le nostre strade. Tuttavia negli ultimi tempi qualche episodio inquietante ha caratterizzato i test dei questi veicoli. In questi casi segnaliamo gli incidenti che riteniamo pericolosi e abbiamo fornito foto e video alle forze dell’ordine locali quando si sono verificati atti di vandalismo o aggressione. “Supportiamo i nostri conducenti e ci impegniamo nei casi in cui un atto di vandalismo è stato perpetrato nei nostri confronti”, ha aggiunto.

Leggi anche: Mercedes sperimenta comunicazione luminosa tra pedoni e auto a guida autonoma

Waymo: le sue auto a guida autonoma sarebbero sotto attacco a Phoenix da parte di un gruppo di facinorosi

Leggi anche: Volkswagen spenderà 44 miliardi di euro entro il 2023 per sviluppare veicoli elettrici a guida autonoma

Argomenti: