Volkswagen: in Usa mandato di cattura internazionale per 5 manager

Volkswagen: mandato di cattura internazionale dagli USA per 5 suoi manager, la Germania non darà il consenso all'estradizione.

di Andrea Senatore, pubblicato il
Volkswagen

Arriva una brutta notizia dagli Stati Uniti per Volkswagen. Nelle scorse ore, infatti, si è diffusa la notizia che un mandato di cattura internazionale per 5 manager del gruppo tedesco di Wolfsburg sarebbe stato inoltrato dalle autorità americane a quelle tedesche. Queste ultime, però, difficilmente concederanno l’estradizione ai 5 dirigenti di Vw.

La notizia in questione è stata confermata anche dal Süddeutsche Zeitung. Ovviamente, sebbene la Germania non consegnerà mai i 5 dirigenti agli USA, l’idea che questi siano prigionieri in Germania, in quanto se uscissero dai confini sarebbero immediatamente estradati in USA, non fa dormire sonni tranquilli ai vertici della casa di Wolfsburg. 

Volkswagen preoccupata per il mandato di cattura verso 5 suoi manager

A quanto pare, le autorità americane vogliono accertare eventuali responsabilità dei singoli dopo aver accertato quelle della società nel suo complesso. Ricordiamo, infatti, che Volkswagen per chiudere il caso dieselgate negli USA ha speso fino ad ora oltre 25 miliardi di dollari tra multe e rimborsi.

Oliver Schimdt, manager tedesco di Volkswagen, è in carcere negli USA da alcuni mesi. Le autorità vorrebbero far fare la stessa fine anche a Bernd Gottweis, Franz Jakob Neuser altri due importanti dirigenti del gruppo.

Leggi anche: Audi A7 e A8: le autorità tedesche impongono il richiamo per 24 mila esemplari

Volkswagen

Volkswagen: mandato di cattura internazionale dagli USA per 5 suoi manager, la Germania non darà il consenso all’estradizione

Leggi anche: Audi: recluta uomini di Tesla e Microsoft per lo sviluppo della guida autonoma

Vedremo nei prossimi giorni come la situazione si evolverà. Questa però è solo l’ultima grana che deriva a Volkswagen negli USA dal dieselgate. In Europa, al momento, non è successo ancora nulla, ma si teme che nei prossimi mesi i tribunali possano iniziare ad occuparsi del caso in questione e dunque non si può escludere che, anche nel nostro continente, il gruppo di Wolfsburg possa pagare per le sue colpe.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Volkswagen