Volkswagen: il 2019 sarà il suo anno più importante

Ecco perché il 2019 sarà uno degli anni più importanti nella storia del gruppo di Wolfsburg

di , pubblicato il
volkswagen

Il 2019 sarà uno degli anni più significativi nella storia della Volkswagen, secondo i capi dell’azienda. Parlando nelle scorse ore da Wolfsburg in Germania, il direttore operativo della società tedesca Ralf Brandstätter ha detto che nascerà una “nuova Volkswagen”. Infatti nel corso dell’anno assisteremo al debutto della versione di produzione del nuovo hatchback elettrico ID. Il veicolo sarà lanciato al Salone dell’auto di Francoforte a settembre.

Inoltre anche l’ottava generazione di Golf verrà svelata poche settimane dopo. La casa tedesca lancerà anche il T-Cross a maggio di quest’anno e un SUV compatto a cinque posti per il mercato statunitense.

Ecco perché il 2019 sarà uno degli anni più importanti nella storia del gruppo di Wolfsburg

La società prevede inoltre che l’80% di tutti i suoi veicoli a livello mondiale sarà basato sulla piattaforma MQB, che è stata utilizzata per la prima volta nel 2012. Volkswagen afferma di voler essere il “marchio numero uno nel mondo per l’e-mobility” e prevede di costruire 1 milione di veicoli elettrici (BEV) entro il 2025. La società afferma che il suo nuovo stabilimento di produzione BEV a Zwickau in Germania, garantirà che l’intero processo di produzione di ID sarà neutrale rispetto alla CO2. Zwickau, che ha ricevuto un investimento di 1,2 miliardi di euro, avrà una capacità di 350.000 auto all’anno entro il 2021 e alla fine produrrà sei diversi modelli per i marchi Volkswagen, Skoda e Audi. L’ID entry-level costerà poco meno di 30 mila euro.

I pre-ordini per l’ID inizieranno l’8 maggio

I pre-ordini per l’ID inizieranno l’8 maggio e le spedizioni inizieranno alla fine dell’anno. ID e la nuova Golf saranno collegate al nuovo ecosistema di rete We di Volkswagen, in cui a tutti i veicoli verrà assegnata un’identità registrata, consentendo alla casa tedesca di avere un contatto diretto con i singoli conducenti. Questi driver avranno anche un accesso crescente alle informazioni in tempo reale come traffico, meteo e disponibilità di parcheggio, come aggiornamenti software wireless e contatti con i reparti di assistenza. I capi dell’azienda sostengono che nei prossimi anni le auto connesse avranno circa un miliardo di linee di codice software, circa 100 volte più di uno smartphone. La casa di Wolfsburg ha infine anche rivelato che prevede di abbattere drasticamente le proprie emissioni di CO2 della flotta entro l’inizio del 2020, da circa 125 g / km a circa 95 g / km.

Leggi anche: Volkswagen ritiene che il lancio delle auto a guida autonoma sarà limitato a causa dei costi elevati

Leggi anche: Volkswagen condivide la sua piattaforma MEB con la start up e.GO Mobile

.
Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: