Volkswagen ha scelto la Turchia per la sua nuova fabbrica

Volkswagen ha scelto la Turchia per la costruzione della sua nuova fabbrica in cui verranno realizzate anche auto di Seat e Skoda

di , pubblicato il
Volkswagen ha scelto la Turchia per la costruzione della sua nuova fabbrica in cui verranno realizzate anche auto di Seat e Skoda

Il gruppo Volkswagen ha già scelto la posizione per la sua nuova fabbrica di automobili. La nuova fabbrica multimarca sarà situata in Turchia. In questo nuovo centro di produzione di veicoli saranno realizzati modelli di tre marchi: Volkswagen, Skoda e SEAT. La significativa crescita che sta vivendo Skoda a causa del lancio di nuovi modelli ha fatto sì che i suoi stabilimenti situati nella Repubblica Ceca lavorassero al limite delle loro capacità.

Questo, insieme al buon comportamento di altre società del gruppo, come SEAT , ha fatto sì che il gruppo di Wolfsburg si sia messo al lavoro per costruire una nuova fabbrica.

Volkswagen ha scelto la Turchia per la costruzione della sua nuova fabbrica in cui verranno realizzate anche auto di Seat e Skoda

La nuova fabbrica di automobili del Gruppo Volkswagen si troverà dunque in Turchia. Il paese era stato in lizza insieme alla Bulgaria per il nuovo stabilimento. La nuova fabbrica sarà situata nella città costiera di Izmir. Come è stato detto, lo stato del Qatar, che ha il 17% delle azioni in Volkswagen, ha insistito per convincere l’azienda ad optare per la Turchia, invece di altri paesi che erano sulla lista delle possibili sedi. Una serie di rapporti indica che il nuovo stabilimento sarà pronto per iniziare a produrre veicoli tra il 2022 e il 2023. La capacità annuale sarà di 350.000 unità e tra i modelli che verranno prodotti ci saranno la Skoda Karoq e la SEAT Ateca.

Leggi anche: Ford lancerà un’auto elettrica nel 2023 basata sulla piattaforma MEB di Volkswagen

Volkswagen ha scelto la Turchia per la costruzione della sua nuova fabbrica in cui verranno realizzate anche auto di Seat e Skoda

Leggi anche: Volkswagen creerà joint venture e contribuirà a finanziare la produzione di batterie

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

I commenti sono chiusi.