Volkswagen e Fiat Chrysler si sfidano sulla guida autonoma

Fiat Chrysler e Volkswagen vogliono essere protagoniste nei prossimi anni nel settore delle auto a guida autonoma

di , pubblicato il
Fiat Chrysler e Volkswagen vogliono essere protagoniste nei prossimi anni nel settore delle auto a guida autonoma

La guida autonoma è considerata insieme all’elettrificazione la tecnologia che rivoluzionerà il settore delle auto. Fiat Chrysler e Volkswagen sembrano averlo capito e si lanciano una sfida a chi per prima porterà in strada le auto a guida autonoma. Negli ultimi giorni abbiamo assistito ad importanti manovre intorno a questa tecnologia da parte dei due gruppi automobilistici. Fiat Chrysler nei giorni scorsi ha infatti annunciato una partnership con Aurora, startup californiana che si occupa dello sviluppo della guida autonoma. Di contro Volkswagen ha invece annunciato di aver messo fine alla sua collaborazione con l’azienda americana. Il gruppo automobilistico di Wolfsburg ha però deciso di  collaborare con Argo Ai di Ford.

Fiat Chrysler e Volkswagen vogliono essere protagoniste nei prossimi anni nel settore delle auto a guida autonoma

Volkswagen e Fiat Chrysler dunque vogliono essere protagoniste di questa importante rivoluzione.

Vedremo dunque se le scelte effettuate in questi ultimi giorni risulteranno vincenti. Volkswagen e Ford insieme si augurano di poter fare grandi cose e diventare leader nel settore delle auto autonome. FCA con Aurora invece spera di poter essere la prima a lanciare in strada veicoli commerciali autonomi per la consegna di pacchi, un business che grazie al e-commerce sembra essere in forte ascesa. Fiat Chrysler inoltre vanta anche una collaborazione con Waymo di Google per la quale ha messo a disposizione i suoi minivan Chrysler Pacifica che presto saranno utilizzati da Waymo per fornire un servizio di taxi autonomi.

Leggi anche: Renault: Jean-Dominique Senard tiene aperta la porta per una fusione con FCA

Leggi anche: FCA farà un grosso investimento a Windsor ma per il momento i licenziamenti sono confermati

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: ,