Volkswagen: a causa del dieselgate Ministro dell’Ambiente citato in giudizio in Canada

Volkswagen: in Canada due associazioni ambientaliste citano in giudizio il Ministro dell'Ambiente reo di non essere finora intervenuto nello dieselgate

di , pubblicato il
Volkswagen

Due gruppi ambientalisti hanno fatto causa al Ministro dell’Ambiente del Canada, Catherine McKenna, accusandola di tirarla per le lunghe nella controversia che riguarda i motori diesel truccati della casa automobilistica tedesca di Volkswagen. La società automobilistica di Wolfsburg aveva riconosciuto la sua colpevolezza in marzo negli Stati Uniti. Il gruppo teutonico infatti aveva installato un software su alcuni dei suoi veicoli per far sembrare che le loro emissioni fossero inferiori alla realtà.

Volkswagen: in Canada il Ministro dell’Ambiente citato in giudizio

In condizioni normali, le emissioni di ossidi di azoto dei veicoli incriminati sarebbero stati 35 volte superiori al livello massimo consentito dalle autorità canadesi. Sarebbero circa 105.000 i veicoli manomessi che sono stati venduti in Canada.

 

Volkswagen si è già impegnata formalmente per l’acquisto dei veicoli e per risarcire i clienti canadesi che hanno acquistato le sue vetture. In una dichiarazione scritta, McKenna dice che il suo ministero sta continuando la sua indagine e agirà se necessario.

 

L’indagine è iniziata in Canada da quasi due anni e due gruppi, Environmental Defense e Canadian Association of Physicians sono stanchi di aspettare le sue conclusioni. Entrambe le organizzazioni vogliono forzare il Ministro ad avviare un’indagine ai sensi della legge sulla protezione dell’ambiente.

 

Il Direttore Generale della Difesa Ambientale, Tim Gray, sostiene che il governo ha informato, in modo informale, l’organizzazione che il Ministero non è troppo fiducioso circa la sua capacità di agire in questa materia.

 

Se il governo federale non si assume alcuna azione quando si è di fronte ad una violazione delle leggi ambientali così importante, se non agisce anche se la società si è dichiarata colpevole negli Stati Uniti, ciò rappresenta un pessimo messaggio”  ha dichiarato Tim Gray. 

 

Leggi anche: Volkswagen: l’ufficio antifrode europeo trasmette le sue conclusioni alla procura che indaga

 

Volkswagen

Volkswagen: in Canada due associazioni ambientaliste citano in giudizio il Ministro dell’Ambiente reo di non essere finora intervenuto nello scandalo dieselgate

 

Leggi anche: Volkswagen: ecco tutte le novità per il 2018

 

 

.
Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

I commenti sono chiusi.