Volkswagen, Bmw, Audi, Porsche e Mercedes nella bufera, pesanti accuse arrivano dalla Germania

Volkswagen, Mercedes, Audi, Bmw e Porsche avrebbero fatto cartello in Germania per fissare i prezzi dei componenti e sui motori diesel

di Andrea Senatore, pubblicato il
Volkswagen

Volkswagen, Bmw, Audi, Porsche e Mercedes, le più importanti case automobilistiche tedesche sarebbero finite sotto il mirino delle autorità giudiziarie per aver fatto cartello. Lo ha rivelato il settimanale ‘Der Spiegel’. Secondo quanto riportato dal settimanale, il cartello avrebbe impegnato circa 60 comitati industriali e duecento persone.

 

Vi sarebbe, sempre secondo ‘Der Spiegel’, anche una lettera inviata da Volkswagen all’Antitrust dove il gruppo automobilistico di Wolfsburg ammette di aver tenuto comportamenti che potenzialmente potrebbero risultare anti concorrenziali.

Volkswagen, Bmw, Audi, Porsche e Mercedes avrebbero fatto “cartello”

 

La lettera di Volkswagen sarebbe stata inviata lo scorso 4 luglio. Le case automobilistiche avrebbero deciso assieme quali fornitori scegliere e quanto pagare per i singoli componenti. Si sarebbe discusso in questa sede anche del sistema per il trattamento dei gas di scarico dei diesel.

 

Per il momento le case automobilistiche coinvolte hanno preferito non commentare queste accuse che ricordiamo per il momento non sono state confermate e dunque si tratta di semplici indiscrezioni. 

Crollo in borsa per le aziende coinvolte nelle voci diffuse da ‘Der Spiegel’

 

Tra l’altro il maxi cartello non sarebbe una novità degli ultimi tempi, ma un qualcosa che andrebbe avanti da oltre 20 anni. Ovviamente con il diffondersi di queste notizie il titolo in Borsa dei vari gruppi coinvolti ha subito una battuta d’arresto.

 

Vedremo nei prossimi giorni se arriverà la conferma che dalle procure tedesche qualcosa bolle in pentola nei confronti delle principali case automobilistiche tedesche che nei prossimi mesi potrebbero trovarsi a dover affrontare un grosso problema legale. 

 

Leggi anche: Mercedes AMG GT4: ecco quando la nuova super sportiva sarà svelata

 

Daimler

Daimler insieme a Volkswagen, Audi, Bmw e Porsche avrebbe fatto cartello in Germania per fissare i prezzi dei sistemi per la gestione delle emissioni dei motori diesel

 

Leggi anche: Fiat Chrysler non chiamerà plug-in il suo minivan Chrysler Pacifica Hybrid, ecco il motivo

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: BMW, Mercedes, Volkswagen