Volkswagen, Audi e Daimler continuano a perdere colpi in USA

I produttori tedeschi stanno subendo la crisi del mercato automobilistico statunitense

di , pubblicato il
Volkswagen e Audi

I produttori tedeschi stanno ancora subendo la crisi del mercato automobilistico statunitense. Volkswagen, Audi e Daimler USA hanno annunciato un forte calo delle vendite per il mese scorso. Negli Stati Uniti, il boom dell’auto sembra essere finito. Volkswagen ha dovuto fare i conti con un netto calo delle vendite come del resto avvenuto anche nel mese precedente. Un totale di 25.706 nuove auto sono state vendute dalla casa di Wolfsburg. Questo dato corrisponde a un calo delle vendite del 3,6% anno su anno. Il lancio della nuova versione di Jetta non ha impedito il calo, mentre Golf continua a perdere terreno.

Le vendite della case automobilistiche tedesche in USA calano anche nel mese di febbraio

Il modello più importante di Volskwagen nel mercato statunitense, il suv Tiguan ha perso il 13%. Considerando l’intero 2019, il marchio tedesco ha subito un calo delle vendite del 5,1% anno su anno. Ancora peggio le cose sono andate per Audi. A febbraio, la casa di Ingolstadt ha venduto solo 13.560 auto, il 12,2% in meno rispetto allo stesso mese dell’anno scorso. Nei primi due mesi del 2019, si registra un calo delle vendite del 7,2%.

Infine anche Daimler ha subito un rallentamento significativo nel secondo mese dell’anno. Con 21.660 vetture Mercedes-Benz, la casa di Stoccarda ha venduto il 12,5% in meno rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. È stato un mese molto difficile, ha detto il capo degli Stati Uniti Dietmar Exler. Sia la Classe E che i modelli SUV GLA, GLC e GLE hanno visto diminuire le proprie immatricolazioni. Nell’anno ad oggi le vendite sono diminuite dell’11,8%.

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia e Stelvio perdono terreno in USA rispetto alle rivali di Audi, Bmw e Mercedes

Audi, Bmw e Mercedes

Le vendite della case automobilistiche tedesche in USA calano anche nel mese di febbraio

Leggi anche: Bmw e Mercedes investiranno 1 miliardo di euro in un piano di car sharing congiunto

 

Argomenti: