Vettel ritiene che Ferrari avrebbe potuto essere “più acuta”

Il pilota tedesco della Ferrari pensa che il suo team avrebbe potuto attuare una strategia migliore in Messico

di , pubblicato il
Vettel

Sebastian Vettel ha avuto le gomme 14 giri più giovani rispetto a quelle del leader della corsa Lewis Hamilton , ma il tedesco non è riuscito a dare la caccia al britannico poiché è stato costretto ad accontentarsi del secondo posto nel Gran Premio del Messico. Il pilota della Ferrari è finito tra le due Mercedes dovendo respingere anche gli attacchi di Valteri Bottas.

Vettel pensa che la Ferrari avrebbe potuto attuare una strategia migliore in Messico

“Sorprendentemente le gomme dure hanno funzionato molto bene. È stata una gara molto intensa in quanto non ho avuto alcuna interruzione. Avevo Valtteri dietro di me che mi dava un po’ di pressione nell’ultimo stint prima di potermi concentrare su Lewis. Lewis continuava agli stessi ritmi e quindi credo che gli fossero rimaste abbastanza gomme “, ha detto Vettel nelle interviste post-gara.

Il pilota tedesco della Ferrari, partito dalla prima fila dopo la penalizzazione in griglia di Max Verstappen, ritiene che la squadra avrebbe potuto ottenere un risultato migliore. Stava suggerendo alla radio della squadra che doveva rientrare prima di quanto non avesse fatto per reagire ai primi pit stop di Hamilton. “Sono contento perché è stata una buona gara, ma forse con la strategia, avremmo potuto essere un po’ più acuti”, ha aggiunto il 4 volte campione del mondo. 

Leggi anche: Vettel non riconosce Leclerc come suo miglior compagno di squadra di sempre

Sebastian Vettel

Sebastian Vettel pensa che la sua scuderia avrebbe potuto essere più “acuta” nella sua strategia durante il Gran Premio di Formula 1 del Messico

Leggi anche: “Ferrari imbroglia e la FIA lo sa” – I rivali chiedono il controllo dei motori

Argomenti: