Vettel e Leclerc hanno capito: “La squadra viene prima”

Secondo Binotto nel 2020 non si ripeterà quanto successo nel 2019 tra Vettel e Leclerc

di , pubblicato il
Vettel e Leclerc

Nel 2020 non ci sarà alcuna ripetizione di quanto avvenuto nel Gran Premio del Brasile del 2019 quando avvenne lo scontro tra i piloti della Ferrari Sebastian Vettel e Charles Leclerc. Lo ha confermato il team principal della Ferrari Mattia Binotto.  Nel 2019, la Ferrari aveva dichiarato apertamente che Vettel era il pilota numero uno all’interno del team e Binotto ora afferma che un anno di esperienza con i due compagni di squadra ha portato a una migliore comprensione. “L’anno scorso è stato molto utile per me, per conoscerci, per capire come dovremmo comportarci e quali dovrebbero essere le regole all’interno del team, quali sono le priorità”, ha detto Binotto. “Il team viene prima di tutto”.

Secondo Binotto nel 2020 non si ripeterà quanto successo nel 2019 tra Vettel e Leclerc

“Penso che i due piloti ora si conoscano molto meglio e si comportino bene. Sono molto contento del livello di dialogo che c’è tra di loro, del livello di contributo per lo sviluppo della macchina, per la squadra e per il modo in cui realmente stanno discutendo “. La velocità iniziale mostrata da Leclerc ha causato un problema per la Ferrari con il monegasco che superava spesso Vettel, ma che poi finiva per essere vittima degli ordini della squadra. Una prestazione mozzafiato in Bahrain avrebbe dovuto vederlo vincere il suo primo Gran Premio nella sua seconda uscita per la Ferrari, ma un problema meccanico lo ha visto finire terzo.

Leggi anche: Sebastian Vettel esprime la sua opinione sul nuovo sterzo di Mercedes

La forza di Leclerc combinata con gli errori di Vettel ha causato un mix esplosivo culminato con l’incidente in Brasile.

Senza entrare nel dettaglio di ciò che è stato detto, Binotto ha ribadito: “In generale, non c’è molto da dire, perché comprendono perfettamente quale dovrebbe essere il modo di comportarsi quando sono in pista.” La prova di questa relazione sarà vista per la prima volta al Gran Premio d’Australia, dove la stagione di Formula 1 prenderà il via il 15 marzo.

Argomenti: