Uber: un suo ex ingegnere già accusato di aver rubato i segreti a Google è stato denunciato per aver spiato Tesla

L'ex ingegnere Uber Anthony Levandowski dopo essere stato accusato di aver rubato segreti a Google e stato denunciato per aver spiato Tesla.

di Andrea Senatore, pubblicato il
L'ex ingegnere Uber Anthony Levandowski dopo essere stato accusato di aver rubato segreti a Google e stato denunciato per aver spiato Tesla.

Si complica la situazione dell’ex ingegnere di Uber, Anthony Levandowski. L’uomo già accusato in passato di aver carpito segreti a Waymo, divisione per la guida autonoma di Google e averli portati nella sua nuova azienda, è stato ora denunciato per aver spiato Tesla. Fonte delle nuove accuse è la causa intentata da Erika Wong, ex tata dei figli di Levandowski, che contiene numerose citazioni compromettenti. Il documento relativo al processo in questione ha 81 pagine e porta gravi accuse, come quella secondo cui Levandowski ha corrotto un dipendente di Tesla per avere informazioni in anteprima sul nuovo camion elettrico Tesla semi. Un veicolo questo annunciato dalla società di Elon Musk nel novembre del 2017.

L’ex ingegnere Uber Levandowski dopo essere stato accusato di aver rubato segreti a Google e stato denunciato per aver spiato Tesla

Wong racconta di aver sentito l’ex ingegnere Uber parlare al telefono con la madre e dire di essere “sicuro che Pat Green sarà pagato”. Lo stesso nome sarebbe stato ascoltato da Wong in molte altre occasioni, come nei colloqui con Randy Miller, un amico del college e associato dell’ingegnere in varie attività commerciali, e i fratelli di Anthony. Secondo l’accusa, Pat Green sarebbe Patrick Green, un ingegnere senior responsabile dello sviluppo di nuovi prodotti Tesla. Nonostante ciò occorre però precisare che al momento nessuna prova pubblica avvicina  Levandowski a Green. La stessa Tesla non ha rilasciato alcuna posizione sull’argomento. Dunque al momento le accuse vanno comunque provate.

In un’altra conversazione, Erika Wong avrebbe sentito Levandowski dire al fratello di “mantenere i pagamenti a Haslim e agli altri”, forse in riferimento a James Haslim, un ingegnere a contratto assunto dallo stesso Levandowski per la sua start-up Tyto Lidar. Erika Wong ha lavorato per Anthony Levandowski tra dicembre 2016 e giugno 2017 e sta chiedendo con la causa 6 milioni di  dollari in danni per violazioni dei diritti dei lavoratori.

Leggi anche: Uber ha pagato 100 mila dollari per mantenere segreta una violazione di dati nel 2016

Uber

L’ex ingegnere Uber Anthony Levandowski dopo essere stato accusato di aver rubato segreti a Google e stato denunciato per aver spiato Tesla

Leggi anche: Uber: nel Regno Unito un giudice da ragione ad alcuni autisti che chiedevano il riconoscimento di alcuni diritti

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Uber