Uber pagherà 148 milioni di dollari per furto di dati

Uber pagherà negli USA una multa da 148 milioni di dollari per il furto di dati subito nel 2016 che ha messo in pericolo i suoi clienti.

di Andrea Senatore, pubblicato il
Uber

Uber pagherà 148 milioni di dollari pari a circa 125 milioni di euro per risolvere le azioni legali contro un cyber-attacco che ha esposto i dati di 57 milioni di clienti e conducenti. La massiccia violazione è avvenuta nel 2016 ma l’azienda americana ha cercato di nasconderlo ai regolatori americani. La società ha pagato agli hacker 100 mila dollari per mantenere segreta la violazione dei dati che questi sono riusciti a sottrarre dai server cloud di Uber. La multa è stato una conseguenza dell’azione intentata dal governo degli Stati Uniti e da 50 Stati per la mancata comunicazione da parte della società sui dettagli relativi alla perdita dei dati.

Uber pagherà negli USA una multa da 148 milioni di dollari per il furto di dati subito nel 2016 che ha messo in pericolo i suoi clienti

Uber ha rivelato alcune informazioni sulla violazione a novembre 2017 e ha ammesso che avrebbe dovuto essere meno riservata riguardo all’attacco. “Nulla di ciò sarebbe dovuto succedere e non abbiamo scuse per questo”, ha detto il numero uno della famosa App Dara Khosrowshahi all’epoca. Due agenti della sicurezza sono stati licenziati per aver gestito male l’incidente. I dati personali di 57 milioni di account includevano anche informazioni su 600 mila numeri di patente di guida.

Oltre a pagare la multa, Uber si è anche impegnata a cambiare il modo in cui opera, per evitare di cadere nuovamente vittima di un simile cyber attacco. Alla società sarà inoltre richiesto di presentare regolarmente relazioni sugli incidenti di sicurezza alle autorità di regolamentazione. L’azione legale promossa dai conducenti, dai clienti e dalle città di Los Angeles e Chicago è ancora in corso.

Leggi anche: Uber Air: dopo gli USA i test per i taxi volanti saranno estesi anche ad altre nazioni

Uber pagherà negli USA una multa da 148 milioni di dollari per il furto di dati subito nel 2016 che ha messo in pericolo i suoi clienti

Leggi anche: Uber: l’autista del veicolo a guida autonoma che ha investito una donna stava guardando The Voice

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Uber