Toyota venderà un suv totalmente elettrico in Europa entro il 2021

La casa giapponese ha promesso a Ginevra che entro il 2021 arriverà in Europa la prima auto totalmente elettrica

di , pubblicato il
Toyota

Toyota intende vendere un veicolo elettrico in Europa entro il 2021 e ha identificato il segmento dei SUV e dei furgoni come il settore che ritiene più sensibile alla tecnologia. Lo ha confermato il numero uno della casa giapponese in Europa, Johan van Zyl. La società ha finora evitato di vendere EV nel nostro continente, citando come causa di ciò la mancanza di redditività rispetto alla sua linea di ibridi. Toyota prevede che l’ibrido rappresenterà la metà delle sue vendite in Europa nel 2019, un anno prima del previsto, salendo al 60% entro il 2021.

“Il prezzo per un EV sarà elevato, pertanto,  lo lanceremo sotto forma di SUV”, ha detto van Zyl ai giornalisti a margine dell’Auto show di Ginevra. “Vorremmo portare qualcosa sul mercato entro il 2021”, ha aggiunto il dirigente. Toyota venderà il suo primo EV il prossimo anno quando lancerà una versione a batteria del SUV compatto C-HR in Cina. Il veicolo potrebbe essere venduto anche in Europa.

“È qualcosa che valuteremo”, ha detto van Zyl. La società ha annunciato di voler vendere 10 modelli di veicoli elettrici a livello globale entro i primi anni del prossimo decennio.

La casa giapponese ha promesso a Ginevra che entro il 2021 arriverà in Europa la prima auto totalmente elettrica

È probabile che un furgone elettrico derivi dalla partnership di Toyota con il Gruppo PSA. La società francese fornisce già l’azienda giapponese con furgoni di medie dimensioni e la casa giapponese ha annunciato lo scorso novembre che avrebbe anche realizzato un furgoncino compatto con il gruppo francese. PSA sta lanciando versioni elettriche dei suoi furgoni di medie dimensioni, a partire dal prossimo anno con Opel / Vauxhall Vivaro. Toyota non è convinta che i veicoli elettrici possano sostituire direttamente i veicoli con un motore a combustione senza costringere i clienti a pagare di più. “Passeranno molti anni prima che il prezzo sia competitivo quanto quello dei modelli convenzionali al netto degli incentivi”, ha dichiarato Matt Harrison, responsabile vendite e marketing della società giapponese nel corso dello stesso evento.

Fino ad allora, i produttori dovranno tagliare i prezzi per garantire che gli EV attraggano i clienti in modo da garantire ai produttori il raggiungimento dei loro obiettivi di CO2. “Nei prossimi due o tre anni, se osserviamo gli obiettivi di conformità della CO2, è abbastanza chiaro che il numero dei veicoli elettrici dai nostri concorrenti sarà superiore al livello della domanda”, ha detto Harrison. “Ecco perché pensiamo che gli ibridi siano una soluzione migliore a breve termine per la maggior parte dei nostri clienti. ”

Leggi anche: Lexus, Porsche e Toyota sono i marchi più affidabili secondo JD Power, male Fiat

Toyota

Toyota

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: