Toyota presenterà un BEV ultracompatto al Tokyo Motor Show

Toyota Motor Corporation ha annunciato oggi che presenterà il suo nuovo BEV ultracompatto

di , pubblicato il
Toyota

Toyota Motor Corporation ha annunciato oggi che presenterà il suo nuovo BEV ultracompatto pronto per la produzione alla fiera speciale FUTURE EXPO del Tokyo Motor Show 2019 in vista del lancio commerciale pianificato in Giappone nel 2020. La soluzione di mobilità di prossima generazione è progettata per fornire mobilità a breve distanza, limitando al contempo l’impatto sull’ambiente.

Toyota Motor Corporation ha annunciato oggi che presenterà il suo nuovo BEV ultracompatto

“Vogliamo creare una soluzione di mobilità in grado di supportare l’invecchiamento della società giapponese e fornire libertà di movimento alle persone in tutte le fasi della vita”, ha affermato Akihiro Yanaka, Responsabile dello sviluppo. “Con il BEV ultra-compatto, siamo orgogliosi di offrire ai clienti un veicolo che non solo consente una maggiore autonomia, ma richiede anche meno spazio, crea meno rumore e limita l’impatto ambientale.”

Il BEV ultracompatto a due posti è progettato specificamente per soddisfare le esigenze quotidiane di mobilità dei clienti che effettuano viaggi regolari a breve distanza come anziani, autisti con licenza recente o uomini d’affari che visitano i clienti locali. Può guidare un raggio di circa 100 km con una singola carica, raggiungere una velocità massima di 60 km / h e presenta un raggio di sterzata estremamente breve.

Toyota sta inoltre abbinando il lancio pianificato per il 2020 del BEV ultracompatto con un nuovo modello di business che mira a promuovere l’adozione più ampia di veicoli elettrici a batteria in generale. Ciò include l’esame di ogni fase della durata della batteria, dalla produzione alla vendita, alla rivendita o al riutilizzo e al riciclaggio per massimizzarne il valore.

A breve termine, Toyota si concentrerà su iniziative di leasing estese progettate per recuperare le batterie usate per la valutazione e il riutilizzo, se è il caso, in veicoli usati, come parti di ricambio o persino in applicazioni non automobilistiche.

La casa giapponese sta inoltre sviluppando servizi periferici per veicoli elettrici a batteria come stazioni di ricarica e assicurazioni.

Leggi anche: Toyota, GM, Nvidia e Bosch formano un nuovo consorzio per la guida autonoma

Argomenti: