Toyota presenta la piattaforma GA-B, la base che verrà utilizzata dalla nuova Yaris

La piattaforma GA-B, un'architettura derivata dalla piattaforma TNGA sarà utilizzata da tutti i nuovi modelli Toyota

di , pubblicato il
Toyota GA-B

La nuova generazione della Toyota Yaris è più vicina. Il produttore giapponese ci mostra un progresso interessante e peculiare della sua rinnovata utility del segmento B. Ed è che la Toyota ha presentato nella società la base che supporterà questo modello. Questa è la piattaforma GA-B, un’architettura derivata dalla piattaforma TNGA (Toyota New Global Architecture) utilizzata da tutti i nuovi modelli del marchio. Modelli come Prius, Corolla e RAV4 utilizzano già TNGA.

Lo sviluppo della piattaforma Toyota GA-B è terminato. Questa piattaforma verrà utilizzata da piccole utility come la già citata Yaris.

La piattaforma GA-B, un’architettura derivata dalla piattaforma TNGA sarà utilizzata da tutti i nuovi modelli Toyota

Il costruttore ha posto particolare enfasi sul fatto che il suo obiettivo con questa architettura non è altro che “aumentare il design e le prestazioni di guida delle piccole auto” . Una delle chiavi della piattaforma GA-B è che consente lunghezze, larghezze, altezze e distanze tra gli assi variabili. Questo lascia aperta la porta ad una possibile estensione della famiglia di modelli del segmento B Toyota. Forse il marchio si avventurerà per sviluppare un crossover urbano? Il tempo lo dirà. Al momento, ha la base perfetta per questo. Il marchio rileva inoltre che questa piattaforma consente ai progettisti di dare ad ogni nuovo modello un aspetto distintivo e personalizzato.

Toyota ha commentato che nella costruzione della piattaforma GA-B vengono utilizzate tecniche avanzate che consentono di ottenere un fondo davvero rigido. È anche compatibile con diversi sistemi di sospensione . Sarebbe anche perfettamente praticabile utilizzare questa piattaforma da marchi premium come Lexus. Può ospitare tecnologie avanzate e più esclusive. Nello sviluppo di questa nuova piattaforma, è stata presa in considerazione anche la riduzione del baricentro della vettura. Il sedile del conducente è in una posizione bassa e verso il centro del veicolo. Per Toyota, è una posizione di guida più attraente con un volante che può essere posizionato vicino al conducente.

Leggi anche: Toyota stringe una partnership con la startup per la guida autonoma Pony.ai

 

Argomenti: