Toyota mette a disposizione la sua tecnologia ibrida

La casa giapponese ha annunciato l'intenzione di mettere a disposizione oltre 24 mila brevetti sulle auto ibride

di , pubblicato il
Toyota

Toyota ha annunciato due importanti misure che riguardano direttamente i suoi brevetti e le conoscenze tecniche relative ai veicoli elettrificati. Il produttore giapponese, oltre ad essere il riferimento principale per le automobili ibride a livello globale, vuole promuovere l’uso di questo tipo di tecnologia in tutto il mondo. L’obiettivo? Ridurre le emissioni globali e incoraggiare la mobilità sostenibile.

La casa giapponese ha annunciato l’intenzione di mettere a disposizione oltre 24 mila brevetti sulle auto ibride

La prima delle due misure annunciate  è la liberalizzazione di circa 24.000 brevetti di proprietà di Toyota e che si riferiscono a tecnologie legate all’elettrificazione dei veicoli. Alcuni di questi brevetti includono applicazioni in sospeso. Per quanto riguarda la seconda misura, la casa giapponese fornirà assistenza tecnica gratuita ad altri produttori che sviluppano veicoli elettrificati quando utilizzano motori elettrici, batterie, PCU e controllo ECU e altre tecnologie di elettrificazione dei veicoli come parte dei loro sistemi di motorizzazione. Con queste due misure, Toyota vuole contribuire attivamente alla massificazione dei veicoli elettrificati.

I quasi 24.000 brevetti che Toyota ha deciso di liberalizzare sono stati registrati in oltre 20 anni di sviluppo di questa tecnologia. Il periodo di concessione inizierà immediatamente e durerà fino alla fine dell’anno 2030. Per ottenere un contratto di concessione sarà necessario contattare Toyota per concordare le condizioni generali della licenza.

Leggi anche: Lexus, Porsche e Toyota sono i marchi più affidabili secondo JD Power, male Fiat

Toyota

La casa automobilistica giapponese ha annunciato l’intenzione di mettere a disposizione oltre 24 mila brevetti sulle auto ibride

Leggi anche: PSA e Toyota smetteranno di produrre city car insieme entro il 2021

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: