Toyota lancerà un nuovo servizio di car sharing aziendale in Europa

Toyota lancerà a breve il nuovo servizio di Car Sharing aziendale in Europa, i primi paesi saranno Spagna e Danimarca.

di Andrea Senatore, pubblicato il
Toyota

Toyota Motor lancerà servizi di car-sharing per clienti aziendali in Europa, a partire da Danimarca e Spagna nella primavera del 2019. Il servizio si chiamerà Yuko e si baserà sul sistema utilizzato dal programma di car-sharing della casa automobilistica nipponica per i singoli utenti delle Hawaii. Il più grande fabbricante automobilistico giapponese inizialmente utilizzerà auto come il Suv sportivo C-HR per il servizio, a partire da 100 auto a Copenaghen e 65 a Madrid. In futuro, la società prevede di aumentare i numeri rispettivamente a 250 e 100.

Toyota lancerà a breve il nuovo servizio di Car Sharing aziendale in Europa, i primi paesi saranno Spagna e Danimarca

Il servizio Yuko consentirà alle aziende clienti di utilizzare le auto per il marketing e altri scopi quando necessario. Il personale sarà in grado di prenotare auto presso i parcheggi designati tramite smartphone. Nei fine settimana e dopo il lavoro, i lavoratori saranno autorizzati a noleggiare i veicoli su base individuale.

Le auto del programma Yuko saranno dotate di funzioni e servizi di comunicazione che utilizzano la piattaforma dati di Toyota. La società prevede di sviluppare un sistema che elabora le prenotazioni e gestisce la flotta, oltre a consentire ai clienti di sbloccare e avviare i veicoli tramite smartphone.

In Danimarca, il servizio sarà gestito dalla filiale di Toyota, mentre in Spagna sarà gestito dal suo agente di vendita. Il gruppo giapponese ha già sperimentat0 servizi di car-sharing con il marchio Yuko in alcune città in Italia e in Irlanda. La società intende espandere il servizio in Giappone e in altri mercati.

Leggi anche: Nuova Toyota Supra: annunciato il debutto al Goodwood Festival of Speed

Toyota

Toyota lancia il suo servizio di car sharing aziendale in Europa, i primi paesi a beneficiarne saranno Spagna e Danimarca

Leggi anche: Toyota: anche la casa nipponica sospende i test sulla guida autonoma

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Toyota