Toyota e Honda aspettano le mosse di Trump per decidere il loro futuro

Toyota e Honda aspettano di capire quali saranno le reali mosse di Donald Trump prima di decidere se modificare i propri piani industriali

di Andrea Senatore, pubblicato il
Toyota

I presidenti di Toyota e Honda Motor hanno rivelato negli scorsi giorni di non avere per il momento piani immediati per frenare lo sviluppo della produzione di auto in Messico. I massimi esponenti delle due aziende infatti preferiscono aspettare fino a dopo l’insediamento di Donald Trump come Presidente degli Stati Uniti questo mese prima di decidere se apportare eventuali modifiche ai propri piani industriali. I fabbricanti di automobili negli Stati Uniti temono di dover modificare le proprie politiche a causa delle idee del nuovo Presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

Honda e Toyota valutano cosa fare in base alle politiche di Trump

Questo infatti durante la campagna elettorale ha promesso pesanti dazi per l’importazione di auto dall’estero. Una cosa che ovviamente potrebbe causare grandi cambiamenti nelle politiche industriali delle più importanti case automobilistiche che operano nel mercato auto degli Stati Uniti. La pressione per frenare la produzione di auto all’estero ed in particolare in Messico, ha  trovato questa settimana terreno fertile nella notizia che Ford Motor ha deciso di mettere da parte i piani per costruire un impianto di assemblaggio in Messico per una spesa complessiva di 1,6 miliardi di dollari. Questo dopo che Trump aveva duramente criticato l’investimento.

Parlano i presidenti delle due società nipponiche

“Noi prenderemo la decisione su cosa fare non appena saranno chiare quali politiche il presidente entrante vorrà adottare”, ha detto il Presidente di Toyota Akio Toyoda, Giovedì in una riunione del settore a Tokyo, rispondendo alla domanda se la sua azienda stava prendendo in considerazione eventuali modifiche alla realizzazione di un impianto di produzione che la casa automobilistica sta costruendo in Messico. “Vogliamo produrre auto in Messico per  vari i mercati, tra cui Nord America ed Europa e non abbiamo alcun piano immediato per cambiare questo,”  ha detto il Presidente e Chief Executive Officer di Honda, Takahiro Hachigo, durante l’evento per celebrare il nuovo anno.

Leggi anche: Ford cambia piani a causa di Trump che attacca General Motors

Honda

Honda e Toyota stanno aspettando le mosse del neo Presidente Donald Trump per decidere se cambiare i propri piani

Leggi anche: Jeep Renegade e Fiat Toro: importante riconoscimento in Argentina

Ricordiamo anche che ieri Trump aveva detto che General Motors  potrebbe diventare oggetto di tariffe salate sulle automobili prodotte in Messico per il mercato degli Stati Uniti, e che vorrebbe rinegoziare i termini dell’accordo di libero scambio nordamericano firmato con il Canada e il Messico. Toyota, Honda e Nissan, le tre principali case automobilistiche del Giappone, hanno impianti di produzione sia negli Stati Uniti chee in Messico, mentre Toyota e Honda anche operano pure in Canada. Gran parte dei veicoli prodotti in Messico e in Canada sono esportati verso gli Stati Uniti, che rappresenta il più grande mercato al mondo per le case automobilistiche giapponesi.

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Honda, Toyota

I commenti sono chiusi.