Toyota, GM, Nvidia e Bosch formano un nuovo consorzio per la guida autonoma

Oggi è stato annunciato il nuovo "Autonomous Vehicle Computing Consortium" (AVCC) per lo sviluppo della guida autonoma

di , pubblicato il
Guida autonoma

Oggi è stato annunciato il nuovo “Autonomous Vehicle Computing Consortium” (AVCC) per lo sviluppo della guida autonoma. Questo gruppo industriale comprende Arm, Bosch, Continental, GM, Toyota, Nvidia, NXP e Denso, unendo dunque le migliori case automobilistiche insieme ad alcuni dei principali produttori di chip e fornitori di primo livello nel settore automobilistico oggi.

L’obiettivo del gruppo è lavorare insieme al fine di “risolvere alcune delle sfide più significative per distribuire veicoli a guida autonoma su vasta scala”, il che si traduce abbastanza chiaramente nel mettere insieme gli sforzi collettivi di alcuni di coloro che trarranno il massimo vantaggio da questa tecnologia, al fine di accelerare la sua commercializzazione. Mentre la guida autonoma è stata un’area di intenso investimento e attenzione negli ultimi anni, ha ancora molta strada da fare prima che queste aziende possano iniziare davvero a raccogliere i frutti dei loro investimenti in termini di attività che generano entrate.

Oggi è stato annunciato il nuovo “Autonomous Vehicle Computing Consortium” (AVCC) per lo sviluppo della guida autonoma

Il primo passo sarà l’impostazione di una serie di specifiche consigliate, essenzialmente, delineando quali dimensioni, temperatura, consumo energetico e standard di sicurezza devono essere rispettati dalle architetture e dai computer dei sistemi AV. L’idea è che arrivando ad alcuni standard di base, il gruppo sarà in grado di spostarsi meglio dalla prototipazione, che è costosa e di basso volume in termini di output, alla produzione e distribuzione di AV su scala.

Le aziende partecipanti “studieranno anche sfide tecniche comuni”, il che significa che si metteranno insieme per superare le principali sfide tecnologiche fondamentali e gli ostacoli da superare per ottenere veicoli a guida autonoma sulle strade.

E, naturalmente, sebbene il gruppo fondatore iniziale includa solo Arm, Bosch, Continental, GM, Toyota, Nvidia, NXP e Denso, questo nuovo gruppo è aperto anche ai nuovi membri.

Leggi anche: Audi si unirà a Bmw e Mercedes per sviluppare sistemi avanzati di guida autonoma

Argomenti: