Toyota conferma che ridurrà gli investimenti in Messico

Toyota annuncia che ridurrà i suoi investimenti in un nuovo stabilimento situato in Messico, la mossa non avrebbe nulla a che fare con le minacce di Trump.

di Andrea Senatore, pubblicato il
Toyota

Toyota ha confermato oggi che ridurrà l’investimento in un impianto pianificato a Guanajuato, in Messico. La riduzione preventivata dovrebbe essere nell’ordine del 30 per cento. L’investimento dunque dovrebbe passare dal 1 miliardo di dollari annunciato inizialmente a circa 700 milioni. Inoltre la casa automobilistica nipponica ha pure confermato che taglierà del 50 per cento la produzione pianificata a 100 mila veicoli all’anno.

La decisione di ridurre gli investimenti in questo stabilimento messicano non cambia il nostro impegno a lungo termine verso il Messico, ma è necessario cambiare per garantire la redditività a lungo termine della nostra struttura e delle nostre operazioni”, ha commentato il portavoce di Toyota, Scott Vazin, nelle dichiarazioni rilasciate nelle scorse ore alla Reuters.

Il cambio di piani di Toyota sarebbe da imputare all’accordo con Mazda per costruire insieme un impianto negli USA investendo 1,6 miliardi di dollari

Il fabbricante di automobili del paese asiatico aveva annunciato i suoi piani per costruire un impianto da 1 miliardo di dollari in Messico nel 2015. Nel mese di agosto Toyota e Mazda hanno annunciato di voler costruire congiuntamente un impianto di assemblaggio negli Stati Uniti investendo una somma pari a 1,6 miliardi di dollari, con Toyota che ha pure specificato attraverso i suoi rappresentanti che avrebbe costruito in quel luogo le nuove Corolla piuttosto che a Guanajuato trasferendo la produzione del Pick Up Tacoma in Messico. 

Vazin ha affermato che il cambiamento non è dovuto ai timori che gli Stati Uniti potrebbero ritirarsi dall’accordo di libero scambio nordamericano, così come minacciato nei mesi scorsi dall’attuale Presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Piuttosto, dietro la decisione del colosso giapponese ci sarebbe un piano di progettazione per razionalizzare la sua strategia di produzione per il Nord America, in seguito all’accordo con Mazda che inevitabilmente ha modificato le cose per la società di Tokyo.

leggi anche: Toyota e Transition Energetique Quebec mirano allo sviluppo dell’idrogeno in Canada

 

Toyota e Mazda

Toyota e Mazda: ci sarebbe proprio il loro accordo alla base della riduzione degli investimenti in Messico annunciati nelle scorse ore dai dirigenti del colosso automobilistico nipponico

 

Leggi anche: Toyota, Mercedes e BMW sono i migliori brand automobilistici secondo Best Global Brands 2017

 

In Messico i dipendenti del brand nipponico temono un progressivo disimpegno

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha minacciato nuove tasse  per ridurre le importazioni di auto e sta lavorando con i funzionari repubblicani per garantire un incremento della produzione nazionale di automobili. Ovviamente in Messico la decisione della casa giapponese di ridurre investimenti e produzione non piace per niente. Si teme che questo possa essere l’inizio di un disimpegno da parte di Toyota che però conferma per il momento di voler continuare ad investire nei suoi stabilimenti presenti nel paese centro americano.

Leggi anche: Toyota sospende la produzione in tutti gli stabilimenti del Giappone come precauzione

 

Toyota

Toyota annuncia che ridurrà i suoi investimenti in un nuovo stabilimento situato in Messico, la mossa non avrebbe nulla a che fare con le minacce di Trump

 

Leggi anche: Toyota Fine-Comfort Ride: debutta a Tokyo l’innovativa concept car

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Toyota