Toyota acquisterà il 5% del capitale azionario di Suzuki

Toyota e Suzuki formeranno un'alleanza capitale, hanno detto mercoledì le due case automobilistiche giapponesi

di , pubblicato il
Toyota e Suzuki formeranno un'alleanza capitale, hanno detto mercoledì le due case automobilistiche giapponesi

Toyota e Suzuki formeranno un’alleanza capitale, hanno detto mercoledì le due case automobilistiche giapponesi, mentre cercano di accelerare lo sviluppo tecnologico e far fronte a cambiamenti radicali che sostengono l’industria automobilistica globale. L’accordo vedrà la Toyota pagare circa 96 miliardi di yen ($ 910 milioni) per una quota del 4,94% nella piccola Suzuki, mentre la Suzuki acquisirà circa 48 miliardi di yen di azioni di Toyota.

Toyota e Suzuki si alleano, la prima acquisterà il 5% delle azioni della seconda

Ciò equivale allo 0,2 per cento delle azioni Toyota al prezzo di chiusura di mercoledì, prima dell’annuncio. Le due case automobilistiche hanno dichiarato che intendevano superare le nuove sfide del settore “costruendo e approfondendo le relazioni di cooperazione in nuovi campi, pur continuando a essere concorrenti”. Le due società nipponiche hanno anche detto che avrebbero rafforzato le tecnologie e i prodotti in cui ognuno di loro è specializzato. “Toyota sta ottenendo una valutazione interessante per Suzuki”, ha dichiarato Janet Lewis, analista di Macquarie Capital Securities (Giappone) Ltd.

Il legame evidenzia le sfide per le case automobilistiche che lottano per tenere il passo con la crescita vertiginosa in un settore che è stato trasformato dall’aumento dei veicoli elettrici, dalla guida e dalla guida autonoma. Toyota e Suzuki hanno dichiarato nel 2016 di esplorare una partnership , citando sfide tecnologiche e la necessità di tenere il passo con il consolidamento del settore. La coppia all’inizio di quest’anno ha annunciato un legame per la produzione reciproca di veicoli elettrici e auto compatte.

Toyota ha cercato di espandere la scala della tecnologia di prossima generazione e ha affermato che quest’anno offrirà libero accesso ai brevetti per i motori EV e le unità di controllo della potenza. Ritiene che questa mossa aiuterebbe a ridurre di circa la metà gli esborsi per componenti di veicoli elettrici e ibridi espansi negli Stati Uniti, in Cina e in Giappone. Fornire rivali amplierebbe notevolmente la scala di produzione dell’hardware.

Suzuki ha dichiarato che utilizzerà 20 miliardi di yen del ricavato per lo sviluppo di nuove tecnologie, compresa la guida autonoma, e il resto per reintegrare il proprio capitale.

Suzuki ha cercato di fare squadra con una casa automobilistica più grande dopo la divisione con Volkswagen. Toyota ha dichiarato che a giugno intende ottenere la metà delle sue vendite globali da veicoli elettrificati entro il 2025, con cinque anni di anticipo rispetto al programma, e attingerà ai produttori di batterie cinesi per far fronte al passaggio accelerato alle auto elettriche.

Leggi anche: Toyota stringe una partnership con la startup per la guida autonoma Pony.ai

Toyota e Suzuki

Leggi anche: Toyota annuncia i suoi risultati di vendita, produzione ed esportazione per maggio 2019

Argomenti: