Tesla Semi Truck: Bloomberg mette in dubbio le capacità del camion elettrico

Tesla Semi Truck: per Bloomberg i dati snocciolati da Elon Musk in sede di presentazione del nuovo camion elettrico non sono realistici.

di , pubblicato il
Tesla Semi

Lo scorso 16 novembre Elon Musk, numero uno di Tesla, ha presentato il nuovo camion elettrico della celebre casa automobilistica americana: Tesla Semi Truck. Ovviamente, come sempre accade in questi casi, si è trattata di un vero e proprio show che si è concluso con la presentazione a sorpresa anche di una nuova Tesla Roadster.

Questo nuovo camion ha subito catturato le attenzioni di appassionati e addetti ai lavori per le sue qualità a dir poco impressionanti.

Ricordiamo infatti che, secondo i dati snocciolati dall’amministratore delegato Elon Musk, questo veicolo sarebbe capace di un’autonomia di 800 km con una singola ricarica. Il camion sarebbe inoltre capace di trasportare sino a 36 tonnellate di carico garantendo un’accelerazione da 0 a 100 in 20 secondi. Sarebbe inoltre possibile ampliare di altri 640 km l’autonomia ricaricando il veicolo in appena 30 minuti.

Tesla Semi Truck: per Bloomberg i dati snocciolati da Elon Musk in sede di presentazione del nuovo camion elettrico non sono realistici

Insomma si tratta di caratteristiche che almeno sulla carta sono davvero straordinarie. Non tutti però sono rimasti convinti che il nuovo Tesla Semi Truck possa essere davvero capace di ottenere simili prestazioni. Tra i principali critici circa le reali capacità del camion elettrico di Tesla troviamo Bloomberg. Secondo la multinazionale operante nel settore dei mass media analizzando con attenzione i dati forniti da Elon Musk nel giorno della presentazione del veicolo sembra assai difficile che le prestazioni reali di questo modello possano essere davvero quelle decantante in sede di debutto.

I dati relativi al nuovo camion sfiderebbero addirittura le leggi della fisica

Addirittura questi dati, sempre secondo Bloomberg, finirebbero per sfidare direttamente le leggi della fisica. Sono almeno 4 le cose che proprio non tornerebbero. Innanzi tutto sembra difficile che l’autonomia reale possa essere di 800 km. Infatti per raggiungere un simile risultato il camion dovrebbe avere batterie molto costose e pesanti. Si parla di un peso di 4,5 tonnellate per batterie tra 600 e 1000 kWh. Inoltre il costo di  queste batterie sarebbe di almeno 100 mila dollari. Considerando che il prezzo di partenza del camion è di 180 mila dollari, vorrebbe dire che le batterie costano più del camion.

Ecco gli altri dubbi di Bloomberg sul nuovo camion elettrico di Tesla

L’idea di utilizzare in parte la tecnologia utilizzata per Tesla Model 3 che secondo Musk consentirebbe di ridurre i costi di produzione non convince Bloomberg. Infine altra cosa che lascia molto perplessi è la possibilità delle nuove stazioni di ricarica Megacharger di ricaricare il camion elettrico in appena mezz’ora dando ulteriori 640 km di autonomia. Infatti per ottenere simili prestazioni sarebbe necessario che queste stazioni abbiano voltaggio di 1.200 kW. Si tratta di una grandezza 10 volte superiori a quella garantita dagli attuali Supercharger.

 

Leggi anche: Nuova Tesla Roadster: accelerazione record per la nuova vettura di Tesla presentata lo scorso 16 novembre che arriverà sul mercato nel corso del 2020

 

tesla semi truck

Tesla Semi truck: per Bloomberg i dati snocciolati da Elon Musk in sede di presentazione del nuovo camion elettrico sfiderebbero le leggi della fisica

 

Leggi anche: Tesla: Elon Musk vola in Turchia, imminente un accordo con il Presidente turco Erdogan?

 

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

I commenti sono chiusi.