Tesla potrebbe fornire batterie e trasmissioni per veicoli elettrici a FCA in futuro

Mike Manley ha detto che Tesla potrebbe fornire batterie e trasmissioni per le future auto elettriche di Fiat Chrysler

di , pubblicato il
Tesla

Il CEO di FCA Mike Manley nei giorni scorsi ha osservato che Tesla potrebbe benissimo fornire batterie e trasmissioni per le future auto elettriche di Fiat Chrysler. I commenti del dirigente sono stati riferiti giovedì, in seguito al rilascio del rapporto sugli utili di FCA. Durante una sessione di domande e risposte, l’analista di Morgan Stanley Adam Jonas ha chiesto informazioni sulla relazione del fabbricante d’automobili con il produttore di auto elettriche con sede nella Silicon Valley in futuro.

Inizialmente Jonas ha chiesto l’importo che FCA sta pagando a Tesla nel suo accordo di pooling di veicoli elettrici, ma il CEO ha rifiutato di rispondere alla domanda.

Mike Manley ha detto che Tesla potrebbe fornire batterie e trasmissioni per le future auto elettriche di Fiat Chrysler

Manley ha detto però che Fiat Chrysler sarà aperta all’acquisto di una piattaforma completamente elettrica da Tesla. Secondo l’amministratore delegato, un’iniziativa di elettrificazione su larga scala accadrà davvero soprattutto se la fusione di FCA con il gruppo PSA andrà a buon fine. Perché ciò accada, Fiat Chrysler avrà bisogno di un prezioso alleato che sia esperto nella tecnologia dei veicoli elettrici. Quell’alleato sarà Tesla.

“Sarebbe sbagliato da parte mia dire di no”, ha detto Manley , aggiungendo che batterie e trasmissioni saranno probabilmente tra i componenti che FCA acquisterà da Tesla. Il CEO ha anche sottolineato la possibilità per l’azienda di acquistare una piattaforma “skateboard” dal produttore di auto elettriche, che verrebbe quindi utilizzata per i suoi vari marchi.

Mentre l’idea che Tesla che agisca come fornitore di componenti di veicoli elettrici per case automobilistiche veterane oggi può sembrare un’idea strana, la società ha effettivamente intrapreso attività simili in passato. Durante i primi giorni di Tesla, ad esempio, l’allora piccola startup di veicoli elettrici forniva propulsori per Toyota, che all’epoca era un importante investitore dell’azienda. La società californiana fungeva anche da fornitore per le batterie per le Smart di Daimler.

Manley ha aggiunto che l’accordo di pooling di Fiat Chrysler con Tesla si concluderà nel 2021.

Tuttavia, nonostante ciò, il CEO ha notato che la sua società rimarrà impegnata nella sostenibilità. “La nostra relazione con Tesla risale a molto tempo fa. Ci ha davvero aiutato. Ma FCA è assolutamente impegnata a ridurre le emissioni di CO2 in tutto il mondo “, ha dichiarato Manley.

L’idea di Tesla come fornitore di veicoli elettrici di altre società è stata menzionata nel recente bando sugli utili del terzo trimestre del 2019 . Simile a Manley, il CEO Elon Musk sembrava ottimista sull’idea che Tesla vendesse i suoi componenti ad altri OEM. Affrontando l’argomento, Musk ha affermato che tali iniziative sono in linea con la missione del produttore di auto elettriche. “Sarebbe coerente con la nostra missione di aiutare altre case automobilistiche con veicoli elettrici sulla batteria e sul gruppo propulsore, possibilmente su altri fronti.”, ha affermato.

Leggi anche: Tesla migliora il rumore interno della cabina di Model 3 nelle auto di ultima generazione

Leggi anche: Tesla ottiene il via libera per iniziare la produzione di Model 3 in Cina

Argomenti: