Tesla: la nuova App “Co-pilota per Tesla” colma le lacune di Autopilot

Tesla: la nuova App “Co-pilota per Tesla” colma le lacune di Autopilot aiutando gli utenti a comprendere quando è meglio riprendere il comando dell'auto

di Andrea Senatore, pubblicato il
Tesla

La nuova Applicazione per smartphone “Co-pilota per Tesla” si propone di sfruttare i dati crowdsourcing per colmare le lacune di sicurezza nell’attuale pilota automatico di Tesla. L’idea della App co-pilota per Tesla  è nata a seguito delle esperienze di alcuni tra i primi clienti della casa automobilistica americana che si sono accorti di alcune lacune di Autopilot utilizzandolo con la propria auto. Dopo poche settimane utilizzando il Pilota automatico, tuttavia, si è notato che il sistema rispondeva in modo inappropriato alle variazioni improvvise nel flusso del traffico.

 

Tesla: una nuova App migliora il suo Autopilot

 

Tali esperienze non sono isolate, molti utenti di un forum su Tesla, hanno raccontato di aver vissuto esperienze simili con il pilota automatico. Consumer Reports si è spinto fino al punto di chiedere che Tesla apportasse modifiche radicali al sistema in risposta a una fatalità che si è verificata proprio mentre un autista stava utilizzando il sistema.

 

L’inventore della App ha iniziato a pensare a cosa si poteva fare per risolvere il problema di una lettura errata da parte del pilota automatico, quando cioè il sistema interpreta erroneamente o non riesce a reagire ad una situazione in modo tale che ciò si possa tradurre in una situazione pericolosa.  Dopo mesi di lavoro attraverso si è giunti alla soluzione di questo problema sotto forma di un’applicazione per smartphone che è stata definita come “co-pilota per Tesla.”

Leggi anche: Google e Fiat Chrysler: la collaborazione per le auto a guida autonoma cresce

 

Tesla

Tesla: una nuova App aiuta gli utenti ad usare bene Autopilot

 

Leggi anche: Mercedes Classe S restyling: diffusi i primi dettagli, spazio alla guida autonoma

 

L’App avvisa gli utenti su quando riprendere il controllo dell’auto

 

Co-pilota di Tesla è un applicazione crowdsourcing, che fa riferimento al GPS e consente agli utenti di conoscere le zone in cui il pilota automatico non ha funzionato bene. Questi avvisi consentono agli utenti di prendere il controllo del veicolo o almeno  di monitorare la situazione per confermare se il proprio veicolo gestisce la situazione potenzialmente rischiosa in modo appropriato.

 

Gli utenti possono scegliere dunque se sfruttare le segnalazioni per migliorare il sistema o intervenire direttamente mettendosi alla guida. Questa app ha anche un’altra grande funzione e cioè permette di raccogliere grandi quantità di dati nella vita reale  generati dagli utenti sui bug del sistema. Ciò ovviamente ha il potenziale per guidare i miglioramenti nel sistema.

 

Leggi anche: Audi ottiene la licenza per i test sulla guida autonoma a New York

 

Tesla Model S e Model X

Tesla Model S e Model X

 

Leggi anche: Bmw: dopo Intel e Mobileye annuncia partnership con Delphi per la guida autonoma

 

La app, prevedibilmente, fa uso dei dati degli utenti crowdsourcing combinati con la posizione GPS dallo smartphone. Oggi Copilota fornisce avvisi agli utenti per le aree a rischio in base ai dati noti attraverso il crowdsourcing di altri utenti. Gli avvisi vengono sovrapposti su una mappa che mostra le strade della zona in cui altri utenti stanno usando Autopilot per aiutare gli utenti a vedere quali rotte sono meno problematiche di altre quando si usa questo sistema. 

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Tesla