Tesla: i dipendenti sarebbero adesso 45 mila, in aumento nonostante i licenziamenti

Tesla: i dipendenti della casa automobilistica di Elon Musk aumentano a 45 mila nonostante i licenziamenti degli scorsi mesi.

di Andrea Senatore, pubblicato il
Tesla

Nonostante il licenziamento di circa il 9% del personale all’inizio di quest’anno, Tesla avrebbe già raggiunto i 45 mila dipendenti, secondo il CEO Elon Musk. Ciò significherebbe che la casa automobilistica americana ora dispone di un organico maggiore rispetto al periodo precedente ai famosi licenziamenti di massa che tanto hanno fatto discutere nel mondo dei motori. Quando Tesla ha avviato la ristrutturazione dell’azienda nel mese di giugno avrebbe avuto circa 40 mila dipendenti. A quel tempo, la società ha annunciato che avrebbe licenziato circa il 9% della sua forza lavoro.

Tesla: i dipendenti della casa automobilistica di Elon Musk aumentano a 45 mila nonostante i licenziamenti degli scorsi mesi

Nonostante siano passati solo pochi mesi, Elon Musk ha confermato che Tesla ha adesso circa 45.000 dipendenti. Come riportato in precedenza, i licenziamenti riguardavano più una ristrutturazione per gestire il tasso di crescita dei dipendenti piuttosto che un ridimensionamento. La società americana infatti è tornata rapidamente ad assumere dipendenti superata quella fase. Tuttavia, i circa 9.000 nuovi lavoratori assunti in questi ultimi 5 mesi sono più di quanto la maggior parte delle persone si aspettasse. La Gigafactory 1 è probabilmente uno dei maggiori contributori al crescente organico di Tesla. Secondo i dati più recenti dell’Ufficio dello Sviluppo Economico del Governatore,  Gigafactory 1 impiegava poco più di 3.000 lavoratori  ad inizio anno.

Ora Elon Musk  ha detto che questa fabbrica impiega 7.000 persone e presto potrebbe addirittura arrivare a 20 mila dipendenti. Non è chiaro se Musk stia contando i lavoratori temporanei e gli appaltatori nei 45 mila dipendenti effettivi, il che potrebbe spiegare il numero elevato. La casa americana assume spesso appaltatori e lavoratori temporanei, in particolare nella fabbrica di Fremont per avere un ulteriore aiuto nella produzione. Sebbene  all’inizio dell’anno la società abbia avviato una brutale revisione degli appaltatori e licenziato tutti coloro che non erano garantiti da un  contratto dipendente, lo scorso trimestre, l’azienda di auto elettriche ha assunto anche centinaia di lavoratori temporanei per aiutare i suoi dipendenti nella programmazione di test drive e consegne.

Leggi anche: Cadillac batte Tesla come miglior sistema di guida autonoma secondo Consumer Reports

Tesla

Tesla: i dipendenti della casa automobilistica di Elon Musk aumentano a 45 mila nonostante i licenziamenti degli scorsi mesi

Leggi anche: Tesla Autopilot: con il nuovo aggiornamento passi avanti verso la guida completamente autonoma

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Tesla