Tesla: ancora nessun accordo con il governo cinese per il nuovo stabilimento di Shanghai

Tesla non riesce a trovare un accordo con il governo cinese per aprire la sua prima fabbrica a Shanghai, ecco i motivi per cui la trattativa non si chiude dopo 7 mesi.

di Andrea Senatore, pubblicato il
Tesla non riesce a trovare un accordo con il governo cinese per aprire la sua prima fabbrica a Shanghai, ecco i motivi per cui la trattativa non si chiude dopo 7 mesi.

Più di sette mesi dopo l’annuncio di Tesla di trattare con il governo di Shanghai per la realizzazione di un proprio stabilimento in Cina, un accordo non è stato ancora trovato. Questo in quanto le due parti non sono d’accordo su a chi intestare la proprietà della struttura.

Il governo centrale cinese preferirebbe che l’impianto fosse realizzato in joint venture con partner locali, mentre Tesla vorrebbe acquisire la proprietà della fabbrica. Ricordiamo che attualmente in Cina, tutte le case automobilistiche straniere devono collaborare con aziende cinesi per la produzione locale.

Tesla non riesce a trovare un accordo con il governo cinese per aprire la sua prima fabbrica a Shanghai

Il governo del presidente Xi Jinping vuole liberarsi del famoso inquinamento atmosferico e ridurre la dipendenza dal petrolio importato. Per questo il governo cinese sta distribuendo miliardi di dollari in sussidi per attirare i consumatori lontano dai modelli a benzina e diesel. ” Tesla ha rifiutato di commentare le sue trattative con il governo cinese sulla produzione locale.

Il Ministero del commercio, la Commissione nazionale per lo sviluppo e la riforma e la Commissione per l’economia e l’informazione di Shanghai, che sono tutti coinvolti nelle trattative con la casa automobilistica di Elon Musk, non hanno voluto rilasciare al momento alcun commento sulla vicenda.

Il disaccordo che attualmente sussiste tra le parti non significa che un accordo non sarà raggiunto in futuro. Tesla attualmente vende automobili in Cina, ma una tassa di importazione del 25 per cento rende il prezzo  delle sue auto oltre quelle che sono le possibilità della maggior parte dei consumatori del grande paese asiatico.

Leggi anche: Tesla: un esemplare in modalità Autopilot si schianta contro un camion dei pompieri

Tesla

Tesla non riesce a trovare un accordo con il governo cinese per aprire la sua prima fabbrica a Shanghai, ecco i motivi per cui la trattativa non si chiude dopo 7 mesi

Leggi anche: Tesla Model 3 in futuro avrà ancora più funzioni controllate con il comando vocale

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Tesla