Subaru: anche lei dopo Nissan coinvolta nello scandalo ispezioni in Giappone

Subaru come Nissan in Giappone, un portavoce lunedì ha riferito di un problema per alcune auto controllate dal personale non qualificato

di Andrea Senatore, pubblicato il
Subaru XV concept

I funzionari del Ministero dei trasporti del Giappone hanno effettuato controlli presso due stabilimenti del fabbricante di automobili nipponico Subaru. A quanto pare, così come era accaduto anche con Nissan che infatti ha dovuto sospendere la produzione di auto nel paese del Sol Levante, anche in questo caso sarebbero stati trovati lavoratori non qualificati ad esaminare le automobili prodotte nei suddetti stabilimenti. A causa di ciò, secondo indiscrezioni, la società prevede di richiamare 255 mila veicoli venduti nel paese per essere riesaminati.

Subaru come Nissan in Giappone, produzione sospesa e richiamo per le auto controllate da personale non qualificato

I funzionari hanno visitato le fabbriche di produzione dell’azienda a Gunma, a nord di Tokyo, ha detto il ministero. Subaru ha dichiarato la scorsa settimana che non sempre i controlli eseguiti sulle sue automobili in Giappone negli ultimi 30 anni sono stati effettuati da tecnici certificati. Quell’annuncio ha seguito uno simile reso pubblico da Nissan Motor. I funzionari del Ministero del Territorio, delle Infrastrutture, dei Trasporti e del Turismo hanno detto lunedì che un’indagine sui fabbricanti automobilistici aveva rivelato un problema con le ispezioni solo per quanto riguarda Nissan e Subaru. Insomma le indagini non dovrebbero coinvolgere altre case automobilistiche.

 La casa nipponica prevede di richiamare 250 mila vetture e tutti e 12 i modelli venduti negli ultimi tre anni

I media giapponesi hanno riferito che Subaru prevede di richiamare 250 mila vetture e tutti e 12 i modelli venduti negli ultimi tre anni, perché i veicoli non sono stati sottoposti a ispezioni di sicurezza così come previsto dalla legge. Il ministero non ha confermato il richiamo atteso. Subaru ha riportato i risultati della propria indagine lunedì. La celebre casa automobilistica nipponica ha scoperto che il personale non qualificato era autorizzato a condurre i controlli per fare pratica.

Leggi anche: Subaru Impreza: tutto pronto per il suo debutto al Salone dell’auto di Francoforte 2017

 

Subaru

Subaru

 

Leggi anche: Subaru Impreza 2018 protagonista anche nel vecchio continente

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Subaru