Sette squadre di F1 si ribellano all’accordo segreto tra FIA e Ferrari

Sette dei team di Formula 1 si sono uniti per esprimere il loro rifiuto all'accordo segreto raggiunto dalla FIA e dalla Ferrari

di , pubblicato il
Sette dei team di Formula 1 si sono uniti per esprimere il loro rifiuto all'accordo segreto raggiunto dalla FIA e dalla Ferrari

Sette dei team di Formula 1 si sono uniti per esprimere il loro rifiuto all’accordo segreto raggiunto dalla FIA e dalla Ferrari a conclusione dell’indagine della Federazione motorizzata sulla Scuderia nel 2019. La scorsa settimana la FIA ha pubblicato una dichiarazione in cui annunciava di aver raggiunto un ” accordo confidenziale ” con la Ferrari sul suo motore 2019 dopo un’accurata indagine su di esso. Il fatto che la lettera non chiarisse la legalità dell’unità di potenza, ha fatto sì che squadre esterne alla famiglia Ferrari si unissero e chiedessero trasparenza. Questi sono McLaren, Mercedes, Racing Point, Red Bull, Renault, AlphaTauri e Williams. Cioè, gli unici che non firmano il documento sono Haas e Alfa Romeo, clienti fedeli della Ferrari.

Sette dei team di Formula 1 si sono uniti per esprimere il loro rifiuto all’accordo segreto raggiunto dalla FIA e dalla Ferrari

Le sette squadre di Formula 1 che denunciano vogliono una degna conclusione alle grandi controversie dello scorso anno per avere una “chiusura adeguata” per il bene dello sport e minacciano di perseguire la giustizia con mezzi legali. L’idea di preparare questa protesta sarebbe stata del capo della Mercedes, Toto Wolff. Ha preparato lui stesso la lettera e ha chiesto al resto dei team leader la loro firma, con l’intenzione di chiarire le polemiche sul motore Ferrari, secondo la pubblicazione tedesca Auto Bild. Wolff accusa la Federazione di cattiva gestione e vuole conoscere tutti i dettagli che sono stati discussi internamente con la Scuderia.

Leggi anche: Ferrari ammette che potrebbe pensare al 2021 nel caso di inizio flop nel 2020

Ferrari

Sette dei team di Formula 1 si sono uniti per esprimere il loro rifiuto all’accordo segreto raggiunto dalla FIA e dalla Ferrari

Leggi anche: Formula 1: Binotto afferma che la Ferrari non si sta nascondendo nei test prestagionali

Argomenti: ,