Rivelati nuovi dettagli del primo EV di Ferrari

I dettagli del primo veicolo elettrico di produzione della Ferrari, in arrivo entro il 2025, sembrano essere stati rivelati in una serie di brevetti trapelati online

di , pubblicato il
Ferrari

I dettagli del primo veicolo elettrico di produzione della Ferrari, in arrivo entro il 2025, sembrano essere stati rivelati in una serie di brevetti trapelati online. Una serie di schizzi e dati di accompagnamento, scoperti per la prima volta dal sito statunitense Taycan EV Forum, suggeriscono che la prima auto elettrica di Maranello sarà una GT che potrebbe competere con la Porsche Taycan e l’imminente Tesla Roadster. Le immagini mostrano che l’EV avrà probabilmente un layout a due posti o 2 + 2, un cofano lungo e sporgenze corte, proprio come l’ ammiraglia 812 Superfast dell’azienda.

I dettagli del primo veicolo elettrico di produzione della Ferrari rivelati in una serie di brevetti trapelati online

Sono stati anche mostrati i dettagli del propulsore a quattro ruote motrici del modello, a dimostrazione del fatto che un motore elettrico sarà montato su ciascuna ruota e apparentemente sarà in grado di funzionare in modo indipendente. Dati tecnici precisi e dettagli sulle prestazioni rimangono non confermati.

Lo scorso anno, Michael Leiters, Chief Technology Officer dell’azienda, ha spiegato  che ridurre il peso e garantire un’alta velocità massima erano le priorità per qualsiasi Ferrari EV. “In questo momento, la tecnologia non è abbastanza matura”, ha detto. “Guarda le esigenze dei clienti: la cosa più importante è il suono. Oggi c’è anche un problema sulla distanza, che per un’auto sportiva è davvero un problema. L’autonomia di un’auto elettrica è particolarmente importante soprattutto per quelle auto in cui accelerare o andare ad alta velocità è importante. ”

Leggi anche: Ferrari è il marchio più forte del mondo per il secondo anno consecutivo

I dettagli del primo veicolo elettrico di produzione della Ferrari, in arrivo entro il 2025, sembrano essere stati rivelati in una serie di brevetti trapelati online

Leggi anche: Ferrari diventa un nuovo membro dell’associazione europea dei costruttori ACEA

 

Argomenti: