Renault e Nissan: collaborazione importante per il futuro dell’auto

Renault e Nissan stanno collaborando per il futuro delle auto connesse e si interrogano su quanto i clienti saranno disposti a pagare per i nuvoi servizi

di Andrea Senatore, pubblicato il
Renault

Mentre  Nissan e Renault puntano a fare sempre meglio nella sfida a sviluppare veicoli intelligenti che possano imparare e prevedere le abitudini di guida dei driver, i produttori di automobili stanno affrontando la questione fondamentale di quanti consumatori saranno disposti a pagare soldi extra per questo tipo di servizio.

 

Il dilemma sui prezzi con cui l’alleanza franco giapponese dovrà fare i conti è una delle tante sfide che aspettano le case automobilistiche in futuro. Tra queste segnaliamo anche in particolare le minacce alla sicurezza informatica e l’affidabilità della tecnologia dell’intelligenza artificiale, che l’industria automobilistica affronterà  per sopravvivere nell’era digitale.

 

“La sfida con le auto connesse è che ci sono costi da subito”, ha detto in un’intervista Ogi Redzic, responsabile della strategia di veicoli connessi dell’alleanza tra Nissan e Renault.Questo è abbastanza importante, capire come trovare il giusto equilibrio tra fornire abbastanza vantaggi ai clienti e allo stesso tempo giustificare l’investimento”.

 

I produttori di autoveicoli e i loro fornitori hanno investito notevolmente nelle tecnologie dell’automobile connessa, ma gli analisti affermano che sarebbe difficile recuperare la loro spesa a meno che i pacchetti non possano essere offerti non come funzioni integrate, ma come servizi basati su sottoscrizioni che generano flussi di reddito a più lungo termine.

 

Leggi anche: Nissan Leaf 2017: a settembre il debutto della nuova generazione

 

Nissan IDS Concept al 2015 Tokyo Motor Show: potrebbe essere questo l'aspetto della nuova generazione di Nissan Leaf 2017?

Nissan IDS Concept al 2015 Tokyo Motor Show: potrebbe essere questo l’aspetto della nuova generazione di Nissan Leaf 2017

 

Leggi anche: Nissan Qashqai 2017: in mostra al Salone di Ginevra il restyling

 

La ricerca dimostra che i clienti sono disposti a pagare fino a 10.000 dollari in più per la tecnologia delle auto connesse al momento dell’acquisto iniziale, ma pochi sono ancora disposti a sottoscrivere servizi a vita. Per ciascun veicolo, la ricerca prevede che i pacchetti automobilistici collegati rappresentino il 14,2 per cento, ovvero 7.513 dollari, del prezzo totale delle autovetture premium entro il 2022, contro l’8,3 per cento, ovvero il 4.243 dollari nel 2017.

 

Nissan e Renault hanno collaborato con Microsoft per la loro piattaforma di veicoli connessi e hanno recentemente annunciato piani per integrare l’assistente digitale vocale ‘Cortana’ nei loro veicoli, mentre Volkswagen e Ford hanno deciso di introdurre Alexa di Amazon sulle loro auto.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nissan, Renault