Renault mantiene la sua quota di mercato nella prima metà dell’anno

Nella prima metà dell'anno, Groupe Renault ha registrato 1.938.579 veicoli venduti, in calo del 6,7% in un mercato in calo del 7,1%

di , pubblicato il
Renault

Nella prima metà dell’anno, Groupe Renault ha registrato 1.938.579 veicoli venduti, in calo del 6,7% in un mercato in calo del 7,1%. Le vendite sono rimaste stabili in Europa in un mercato in calo del 2,5%. Nelle regioni extraeuropee, le vendite del Gruppo hanno seguito la tendenza globale in forte calo. Nel segmento dei veicoli elettrici, i volumi di vendita del marchio Renault in tutto il mondo sono aumentati del 42,9% (oltre 30.600 veicoli).

In Europa, ZOE ha visto aumentare i volumi del 44,4% (25.041 veicoli) e Kangoo ZE del 30,7% (4.653 veicoli). Nella seconda metà dell’anno, in Cina, il Gruppo lancerà Renault City K-ZE e accelererà la sua offensiva nei veicoli elettrici investendo in JMEV, il quinto produttore di veicoli elettrici del paese.

Nella prima metà dell’anno, Renault ha registrato 1.938.579 veicoli venduti, in calo del 6,7% in un mercato in calo del 7,1%

In Europa, le immatricolazioni sono risultate stabili in un mercato in calo del 2,5%. Il segmento B del Gruppo conferma il suo successo (Clio, Captur, Sandero), oltre a New Duster. Clio rimane il secondo veicolo più venduto in Europa e Captur il primo crossover nel suo segmento. Hanno contribuito anche le vendite di veicoli commerciali leggeri, con un aumento del 7,5% del volume in un mercato europeo di veicoli commerciali leggeri con un aumento del 3,7%.

Il marchio Dacia ha registrato un nuovo record di vendite in Europa con 311.024 veicoli venduti (+ 10,6%), oltre a una quota di mercato record del 3,3% (+0,4 punti). Questo aumento è legato alle prestazioni di New Duster e Sandero. Al di fuori dell’Europa, il Gruppo ha sofferto in particolare del calo del mercato in Turchia (-44,8%) e Argentina (-50,2%), e la fine delle vendite in Iran dall’agosto 2018 (Groupe Renault aveva venduto 77.698 veicoli nella prima metà del 2018). In Russia, il secondo Paese più grande del Gruppo in termini di volume di vendite, Groupe Renault è leader con una quota di mercato del 28,8%, in aumento di 0,45 punti. Le vendite sono diminuite dello 0,9% in un mercato in calo del 2,4%.

LADA ha registrato un aumento del 2,5% a 174.186 veicoli venduti, con una quota di mercato del 21,0% (+1,0 punti) grazie al successo del rinnovo della sua gamma. LADA Granta e LADA Vesta sono i 2 veicoli più venduti in Russia. In Brasile , il Gruppo ha sovraperformato la ripresa del mercato, che è salita del 10,5%. Le vendite sono aumentate del 20,2% a 112.821 veicoli e la quota di mercato ha raggiunto il 9,1% (+0,7 punti) grazie ai buoni risultati di Kwid, che è stata venduta a oltre 40.500 unità, pari al 36,5%, diventando il 5 ° veicolo più venduto (9 ° in la prima metà del 2018).

In Africa, il Gruppo sta rafforzando la sua leadership con una quota di mercato del 19,3% con quasi 110.000 veicoli venduti, grazie in particolare alla sua performance in Marocco, Sudafrica ed Egitto. La quota di mercato in Marocco rimane ad un livello storico del 43,3%. Dacia mantiene la sua leadership con il successo di Logan e Dokker. Il marchio Renault è al secondo posto con Clio, il veicolo più venduto in Marocco. In Sud Africa, le vendite del marchio Renault sono aumentate del 3,6% a circa 11 900 unità, con una quota di mercato del 4,9%.

In India, in attesa del lancio di Triber nella seconda metà dell’anno, la quota di mercato del gruppo si è stabilizzata al 2,1% nel secondo trimestre. Triber è un veicolo compatto con una flessibilità ineguagliabile che può trasportare fino a 7 persone. Sta entrando in un segmento che occuperà quasi il 50% del mercato indiano entro il 2022. Groupe Renault completa quindi l’offerta locale che comprende già Kwid e Duster. In Cina, i volumi del Gruppo sono diminuiti del 23,7% in un mercato in calo del 12,7% in attesa del lancio nella seconda metà della Renault City K-ZE, la nuova city car elettrica.

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

I commenti sono chiusi.