Red Bull: futuro in Formula 1 in dubbio per il team?

Helmut Marko, consulente della Red Bull Motorsport, afferma che la partecipazione futura del team in Formula 1 non è ancora sicura

di , pubblicato il
Helmut Marko, consulente della Red Bull Motorsport, afferma che la partecipazione futura del team in Formula 1 non è ancora sicura

Helmut Marko, consulente della Red Bull Motorsport, afferma che la partecipazione futura del team in Formula 1 non è ancora sicura, con il partner di motore Honda che deve impegnarsi formalmente nello sport nel 2021 e oltre. Liberty Media ha presentato ufficialmente le nuove regole al mondo in occasione del Gran Premio degli Stati Uniti, con la speranza che la nuova serie di regole promuova un più equo equilibrio tra le squadre, oltre a promuovere uno spettacolo migliore in pista.

Helmut Marko, consulente della Red Bull Motorsport, afferma che la partecipazione futura del team in Formula 1 non è ancora sicura

I proprietari della Formula 1 avevano cercato di apportare cambiamenti radicali alle regole del principale campionato automobilistico del mondo, tuttavia le moderne unità di potenza rimarranno sostanzialmente invariate, il che significa che improvvisi miglioramenti degli altri team rispetto a Mercedes, Ferrari e Renault sono improbabili per il produttore giapponese. L’impatto di ciò sulla decisione di Honda è chiaro, Red Bull ha già ammesso che i colloqui sull’estensione del contratto di Max Verstappen non inizieranno fino al suo ultimo anno, mentre Marko ha precedentemente suggerito che se Honda dovesse scegliere di lasciare la F1 anche Red Bull potrebbe staccare la spina.

Ma, con il regolamento del 2021 ancora aperto, Marko prevede che una decisione arriverà presto. ” Honda non ha ancora deciso”, ha detto Marko a Motorsport-Magazin. “Penso che la decisione dovrebbe essere presa poco prima della gara di Abu Dhabi. “È utile avere un motore in un’auto di Formula 1! “Le regole sono sul tavolo e ora puoi calcolare quanto sarà più economico lo sviluppo del motore. Ci saranno restrizioni sul tempo di dinamismo e materiali diversi”, ha concluso il numero uno del team austriaco.

Leggi anche: Formula 1: i team non possono continuare a bloccare le modifiche secondo Ross Brawn

Argomenti: