PSA: il CEO afferma che i tagli di CO2 in Europa minacceranno i posti di lavoro

Il numero uno del gruppo transalpino preoccupato per i tagli alle emissioni di CO2, potrebbero esserci ripercussioni sulla forza lavoro

di , pubblicato il
PSA

I piani dell’UE di tagliare le emissioni di biossido di carbonio (CO2) dai veicoli e spingere le case automobilistiche a diventare elettriche minacceranno 13 milioni di posti di lavoro nell’industria automobilistica europea e andranno a beneficio dell’Asia, ha detto a Le Figaro l’amministratore delegato di PSA. Il Parlamento europeo e i paesi dell’UE hanno raggiunto un accordo a dicembre per ridurre le emissioni delle automobili del 37,5 per cento entro il 2030 e del 31 per cento dei furgoni.

Il numero uno del gruppo transalpino preoccupato per i tagli alle emissioni di CO2

“Questo mette a repentaglio il lavoro di 13 milioni di persone nel settore e potrebbe destabilizzare alcune delle nostre società europee”, ha detto Carlos Tavares, CEO del gruppo francese PSA, che dirige anche l’Associazione europea dei costruttori di automobili (ACEA), in un’intervista al quotidiano Le Figaro di Domenica. Tavares ha accolto con favore i piani franco tedeschi per potenziare l’industria europea delle batterie per auto elettriche e per ridurre la dipendenza delle case automobilistiche europee dai rivali asiatici costruendo due nuove fabbriche di batterie.

Tuttavia, ha detto che i grandi giocatori come Bosch hanno studiato il progetto e considerato che non era redditizio. Anche PSA lo ha esaminato ed è giunta alla stessa conclusione. “Se le case automobilistiche europee non venderanno abbastanza veicoli elettrici entro il 2020, il 2025 e il 2030, saranno penalizzati dalle multe, il che ci costringerà a richiedere notevoli quantità di batterie ai fornitori asiatici”, ha affermato. PSA ottiene l’80% delle sue vendite in Europa. Dunque la decisione dell’Unione Europea potrebbe avere un grosso effetto sul suo business.

Leggi anche: In Europa il segmento delle city car è in difficoltà, Volkswagen e PSA pronte all’addio

PSA: il numero uno del gruppo transalpino preoccupato per i tagli alle emissioni di CO2, potrebbero esserci ripercussioni sulla forza lavoro

Leggi anche: PSA: il gruppo francese grazie a Opel ottiene il suo record di vendite nel 2018

Argomenti: