Porsche dichiara guerra agli speculatori, ecco cosa farà

Il capo di Porsche GT, Andreas Preuninger, ha dichiarato parlando con la stampa che intende fare guerra agli speculatori che acquistano Porsche

di Andrea Senatore, pubblicato il
Porsche

Sappiamo tutti che molto spesso le Porsche di seconda mano vengono vendute a prezzi da capogiro dai propri possessori. Addirittura in taluni casi si può arrivare a superare di 4 o 5 volte il prezzo originariamente sborsato per acquistare la vettura. Ci riferiamo naturalmente in modo particolare alle Porsche GT che sono quelle che maggiormente vengono colpite da questo fenomeno.

 

Il capo di Porsche GT, Andreas Preuninger dichiara guerra agli speculatori

 

Nel corso di una recente intervista con Car and Driver, il capo di Porsche GT, Andreas Preuninger, ha dichiarato in maniera palese che lui non è felice che molti delle sue migliori auto siano prese di mira dagli speculatori che mirano solo a realizzare un profitto. Il dirigente della casa tedesca ha detto chiaramente che non apprezza il fatto che le auto della sua azienda spesso siano acquistate non per essere usate ma solo per fare soldi.

 

“Porsche è una casa automobilistica, non un hedge fund” ha detto chiaramente il top manager parlando con il magazine. Dunque in futuro potrebbero essere prese delle precauzioni che possano rendere più difficile al cliente poter rivendere ad un prezzo eccessivamente maggiorato la propria vettura acquistata solo per fare un investimento. Non è al momento molto chiaro cosa il dirigente intenda fare per contrastare questa che è ormai divenuta una vera e propria usanza tra chi acquista auto GT della celebre casa automobilistica tedesca. 

 

Leggi anche: Porsche 911 ibrida: progetto sospeso a tempo indeterminato

 

Porsche 911 GT2 RS

 

Leggi anche: Volkswagen espande richiamo a modelli Audi per rischio incendi

 

Andreas Preuninger ritiene che in futuro questi speculatori possano essere individuati e tolti dalle liste di coloro che vogliono acquistare una vettura in edizione limitata di Porsche. Vedremo se a queste minacce seguirà realmente qualche iniziativa clamorosa da parte della casa automobilistica tedesca che sembra davvero stanca di questa situazione, almeno in base a quanto traspare dalle parole del suo celebre dirigente.

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Porsche

Leave a Reply