Parigi sta testando il “Radar del rumore” per multare le auto rumorose

Grazie ad una nuova tecnologia presto a Parigi e nei suoi dintorni le auto troppo rumorose verranno multate

di , pubblicato il
Parigi

Parigi e la sua periferia circostante stanno testando una nuova tecnologia “noise radar” per rilevare, indirizzare e multare automaticamente i veicoli con scarichi rumorosi. I nuovi monitor sono in grado di individuare la fonte del rumore grazie a una combinazione di telecamere di controllo del traffico esistenti e microfoni direzionali. Quattro microfoni montati sull’unità possono triangolare la fonte di un rumore offensivo, che può quindi essere fotografato da telecamere TVCC della polizia preesistenti. Il primo radar di questo tipo inizierà un periodo di prova di due anni a Villeneuve-le-Roi, un sobborgo meridionale di Parigi.

Grazie ad una nuova tecnologia presto a Parigi e nei suoi dintorni le auto troppo rumorose verranno multate

“Il rumore è la rovina della vita moderna e un grave problema di salute. Fa male alle persone come il fumo passivo “, ha detto a Reuters il sindaco di Villeneuve, Didier Gonzales in un rapporto pubblicato venerdì scorso. I funzionari sembrano più preoccupati per le motociclette, ma qualsiasi veicolo che superi le tolleranze di rumore è un potenziale obiettivo. “Non abbiamo nulla contro Ferrari o Harley-Davidson, ma a volte ai loro proprietari piace dimostrare la potenza dei loro veicoli e il rumore disturba davvero i residenti”, ha detto Remy Jourdan, funzionario di Villeneuve.

Durante il periodo di prova, i sistemi radar del rumore saranno calibrati per rilevare i veicoli al di sopra delle soglie di rumore massime. Una volta risolti i nodi e approvata una legge, il sistema inizierà a emettere multe per i trasgressori del rumore. Quasi 60 dei dispositivi che saranno installati opereranno nell’area e due sono previsti per l’installazione nel centro di Parigi questo mese.

La legge dovrebbe essere approvata in autunno.

Leggi anche: Jaguar Land Rover testa una nuova tecnologia per comprendere l’umore del guidatore

Argomenti: