Nissan sviluppa una tecnologia per aiutare i guidatori a “vedere” in curva

La nuova tecnologia permetterà ai veicoli di mostrare i pericoli "invisibili"

di , pubblicato il
La nuova tecnologia permetterà ai veicoli di mostrare i pericoli

Nissan ha sviluppato una nuova tecnologia che permetterà ai veicoli di mostrare i pericoli “invisibili” dei conducenti nascosti dietro gli edifici e agli angoli delle strade. Il sistema Invisible-to-Visible (I2V) è alimentato da dati raccolti dai sensori dell’auto e dalle informazioni online fornite dai dispositivi collegati. È stato sviluppato dalla divisione Intelligent Mobility di Nissan e sarà presentato al Consumer Electronics Show di Las Vegas la prossima settimana.

La nuova tecnologia permetterà ai veicoli di mostrare i pericoli “invisibili”

Il dispositivo I2V utilizza ciò che Nissan chiama tecnologia “Omni-Sensing” per raccogliere dati in tempo reale dal traffico nelle vicinanze, i dintorni del veicolo e il suo interno. Ciò gli consentirà di creare uno “spazio virtuale” a 360 gradi attorno alla macchina, il che significa che può reagire ai suoi immediati dintorni e anticipare ciò che potrebbe accadere, riuscendo ad anticipare cosa si cela dietro ad un angolo cieco. Per rendere il tutto più “divertente”, Nissan ha sviluppato un sistema che, a suo dire, presenterà queste informazioni ai conducenti “in modo interattivo e umano”, utilizzando gli avatar che appaiono all’interno dell’auto.

Grazie a questo sistema i conducenti avranno maggiori notizie su traffico e meteo

La casa automobilistica nipponica afferma inoltre che il sistema sarà in grado di fornire informazioni più approfondite sul traffico e sui tempi di percorrenza, consentendo di suggerire la corsia in rapido movimento per raccogliere traffico intenso o di cercare gli spazi disponibili nei parcheggi. La tecnologia utilizza i sistemi semi-autonomi di Nissan ed è anche progettata per funzionare in futuro con auto completamente autonome. L’azienda afferma che, ad esempio, può rilevare la pioggia e proiettare immagini di una giornata di sole all’interno di un veicolo. La società giapponese afferma che il sistema I2V migliora anche la connettività, consentendo potenzialmente agli amici e alla famiglia di essere mostrati all’interno delle auto come avatar di realtà aumentata.

Leggi anche: Nissan: una Brexit senza accordi commerciali potrebbe avere conseguenze

Nissan

Nissan

Leggi anche: Nissan in Europa decide di dare addio al segmento delle berline compatte

.
Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: