Nissan, nuove accuse per Carlos Ghosn

Carlos Ghosn, ex presidente di Nissan, è stato arrestato di nuovo dalle autorità giapponesi venerdì

di , pubblicato il
Carlos Ghosn, ex presidente di Nissan, è stato arrestato di nuovo dalle autorità giapponesi venerdì

Carlos Ghosn, ex presidente di Nissan, è stato arrestato di nuovo dalle autorità giapponesi venerdì, questa volta con il sospetto di aver commesso ulteriori illeciti. Questo nuovo arresto ha messo fine alle speranza di Ghosn di essere rilasciato dal carcere di Tokyo prima di Natale, dove è trattenuto da più di un mese con accuse diverse. Le autorità giapponesi hanno arrestato di nuovo Ghosn con l’accusa di aver trasferito un investimento finanziario sbagliato da una sua società personale a Nissan attraverso un contratto derivato.

Ciò ha consentito ai procuratori giapponesi di tenere Ghosn in prigione.

Carlos Ghosn arrestato nuovamente

L’ex numero uno della società nipponica si trova adesso nello stesso centro di detenzione in cui era stato condotto lo scorso 19 novembre, quando i funzionari delle forze dell’ordine lo hanno prelevato da un jet aziendale dopo essere atterrato e arrestato con l’accusa di aver nascosto parte del suo stipendio alle autorità giapponesi. Carlos Ghosn e un altro dirigente, Greg Kelly, sono stati incriminati la scorsa settimana con le stesse accuse. Nissan stessa è stata anche incriminata per l’accusa di aver sottostimato la retribuzione di un dirigente in documenti regolamentari.

Giovedì, un tribunale di Tokyo ha inaspettatamente respinto una richiesta ordinaria da parte dei pubblici ministeri per estendere la detenzione di Ghosn e Kelly per altri 10 giorni per continuare a interrogarli. Ciò ha aperto la possibilità che possano essere rilasciati su cauzione. Kelly, americano ed ex manager delle risorse umane di Nissan, ha chiesto la libertà provvisoria venerdì mattina. La detenzione dei due dirigenti ha suscitato un acceso dibattito a livello internazionale. La famiglia di Kelly ha fatto appello a funzionari americani e giapponesi per contribuire a garantire la sua liberazione in modo che potesse subire un intervento chirurgico per trattare una condizione spinale.

Leggi anche: Renault, Nissan e Mitsubishi scommettono sulla guida autonoma

Nissan

Leggi anche: Renault non prenderà il controllo di Nissan e Mitsubishi, arriva la conferma del CEO

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

I commenti sono chiusi.