Nissan: L’ex numero uno Carlos Ghosn vittima di un complotto?

L'ex numero uno Carlos Ghosn parla per la prima volta dopo il suo arresto in Giappone e ipotizza un complotto nei suoi confronti

di , pubblicato il
L'ex numero uno Carlos Ghosn parla per la prima volta dopo il suo arresto in Giappone e ipotizza un complotto nei suoi confronti

L’ex capo di Nissan, Renault e Mitsubishi, Carlos Ghosn, ha fatto parlare molto di se ultimamente a causa del suo arresto avvenuto in Giappone nello scorse mese di novembre. Intervistato per la prima volta da quando si trova in carcere l’ex numero uno dell’alleanza franco giapponese afferma che le accuse di cattiva condotta finanziaria a suo carico sono il risultato di un “complotto” da parte dei dirigenti Nissan per impedirgli di integrare ulteriormente i tre partner dell’alleanza.

Ghosn è stato licenziato come presidente sia di Nissan che di Mitsubishi e recentemente ha lasciato il posto di presidente e CEO in Renault.

Un complotto avrebbe causato l’arresto in Giappone di Carlos Ghosn, lo ha rivelato l’ex numero uno del gruppo

Il 64enne rimane in detenzione in Giappone dopo che i giudici hanno deciso che poteva esserci un rischio di fuga, ma nelle scorse ore gli è stato permesso di parlare con il quotidiano giapponese Nikkei per 20 minuti. Nell’intervista, ha detto  che è sicuro del fatto che le accuse contro di lui derivino da un complotto di alcuni dirigenti della sua azienda. Questi avrebbero dunque voluto in questa maniera boicottare i futuri progetti per integrare ulteriormente l’alleanza tra i 3 soci. Questo almeno secondo quanto racconta Carlos Ghosn. 

Rispondendo alle accuse di aver gestito Nissan come una “dittatura” durante i suoi 19 anni come presidente, Ghosn ha detto al Nikkei: “La gente ha tradotto una forte leadership in una dittatura distorcendo la realtà”. Ghosn ha anche negato di essere a rischio di fuga se rilasciato su cauzione, dicendo: “Non fuggirò,  ma mi difenderò”.

Leggi anche: Nissan sviluppa una tecnologia per aiutare i guidatori a “vedere” in curva

Nissan

Nissan: l’ex numero uno Carlos Ghosn parla per la prima volta dopo il suo arresto in Giappone e ipotizza un complotto nei suoi confronti

Leggi anche: Nissan: una Brexit senza accordi commerciali potrebbe avere conseguenze

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

I commenti sono chiusi.