Nissan lancia E-share Mobi in Giappone

Nissan E-share Mobi: il nuovo servizio di car sharing verrà lanciato dalla casa automobilistica nipponica in Giappone da metà gennaio.

di Andrea Senatore, pubblicato il
Nissan E-share Mobi

Nelle scorse ore in Giappone è stato lanciato un nuovo servizio di car sharing da Nissan. Con e-share Mobi, la casa automobilistica giapponese vuole essere presente a Tokyo e Osaka. L’espansione di questo servizio di car sharing è stata già pianificata. Il 15 gennaio 2018, a Tokyo, ad Osaka e in altre prefetture verranno messe in funzione una trentina di stazioni di condivisione di e-share mobi, con altre città che seguiranno l’esempio successivamente. La flotta di “e-share mobi” comprende inizialmente la nuova Nissan Leaf e la Note e-Power con motore elettrico e range extender. I sistemi di assistenza alla guida e i sistemi di parcheggio automatici sono progettati per aumentare il comfort di marcia per i clienti.

Nissan E-share Mobi: il nuovo servizio di car sharing viene lanciato dalla casa automobilistica nipponica in Giappone, questo prevede massima autonomia

In caso di incidente, a bordo di ogni veicolo è presente una memoria dati degli incidenti, una sorta di scatola nera. E-share mobi è un’offerta congiunta di Nissan e Nissan Car Rental Solutions. E-share Mobi prevede massima autonomia, non esistono infatti canoni fissi. Questo significa che si paga solo quello che realmente si consuma. La scelta dei veicoli non è casuale, si tratta infatti di due modelli a zero emissioni. Le due vetture che saranno utilizzate per il car sharing della società nipponica nel paese asiatico saranno dotate di tutti i più moderni sistemi di assistenza alla guida e di sicurezza che già le due auto prevedono nelle rispettive dotazioni.

Questo servizio di car sharing potrebbe essere il preludio al lancio nel futuro di una flotta di veicoli a guida autonoma da parte del brand nipponico

Inoltre, segnaliamo anche che chi aderirà a questo nuovo servizio otterrà sconti per il noleggio di veicolo del brand giapponese. Infine segnaliamo anche che una ETC Card integrata permetterà di pagare comodamente ai caselli autostradali del Giappone. L’imminente esordio di questo nuovo servizio di car sharing in Giappone molto probabilmente è legato al progetto di Nissan che vuole lanciare una legione di taxi autonomi a Yokohama già dal prossimo anno. I taxi potranno essere prenotati attraverso l’utilizzo di un’applicazione mobile e pagati dopo la corsa. Il test dovrebbe durare due settimane, a marzo, con un panel di consumatori che testerà il servizio in anteprima.

 

Leggi anche: Nissan potrebbe decidere di spostare la produzione di auto dal Regno Unito all’Europa dopo la Brexit

 

Nissan E-share Mobi

Nissan E-share Mobi: il nuovo servizio di car sharing viene lanciato dalla casa automobilistica nipponica in Giappone, questo prevede massima autonomia di impiego, nessuna tariffa mensile fissa ma soltanto il pagamento “a consumo”

 

Leggi anche: Nissan Leaf, Tesla Model S e Renault Zoe sono le tre auto elettriche più vendute in Italia

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Nissan

I commenti sono chiusi.