Mercedes non ha mai contattato Vettel, Alonso o Verstappen

Toto Wolff ha affermato che Sebastian Vettel, Fernando Alonso e Max Verstappen non sono mai stati contattati dalla Mercedes

di , pubblicato il
Toto Wolff

Il boss della Mercedes Toto Wolff ha affermato che Sebastian Vettel, Fernando Alonso e Max Verstappen non sono mai stati contattati per diventare il compagno di squadra di Lewis Hamilton. Tutti e tre i piloti sono stati collegati alle Silver Arrows negli ultimi anni, specialmente nel periodo in cui non era ancora sicuro il rinnovo di Valtteri Bottas che invece alla fine anche nel 2020 correrà con la scuderia tedesca.

Toto Wolff ha affermato che Sebastian Vettel, Fernando Alonso e Max Verstappen non sono mai stati contattati dalla Mercedes

Toto Wolff e il resto della squadra sono felici dei suoi risultati e dell’armonia che il pilota finlandese porta a differenza dell’atmosfera tossica che si respirava tra Hamilton e l’ex compagno di squadra Nico Rosberg. “Sono tutti piloti di alto livello”, ha dichiarato Wolff quando gli è stato chiesto del summenzionato trio in un’intervista a Sky Sports Italia. “Ma è importante che quando fai parte di un team metti tutto te stesso. Quando le cose vanno male la prima cosa che faccio è parlare con quella persona e vedere se riusciamo a risolvere il problema. Se non è possibile, allora parlo con gli altri.”

“Al momento penso che abbiamo la squadra migliore. Penso che Lewis e Valtteri siano fantastici insieme e non credo di poter avere una squadra migliore. La relazione è meravigliosa, quindi no, non ho mai contattato Seb, Fernando o Max.” Wolff è ancora del parere che Bottas sia assolutamente in grado di vincere un campionato del mondo. “Penso che la gara del titolo dell’anno scorso sia cambiata a Baku, Valtteri è stato sfortunato lì. Sono sicuro che se Bottas inizia bene la stagione allora può vincere il titolo perché è mentalmente molto forte. Al momento Lewis è così forte che non c’è nessuno che possa batterlo, ma abbiamo scelto due piloti per vincere il campionato del mondo, Bottas per noi non è il secondo pilota della Mercedes.”

Leggi anche: Formula 1: Toto Wolff: “Lewis Hamilton non ha motivo di passare a un’altra squadra”

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti:

I commenti sono chiusi.