Mercedes EQC in Lapponia, smentito il rinvio delle consegne

In Lapponia, continuano i test invernali per il primo suv elettrico di Mercedes che non dovrebbe rinviare il debutto

di , pubblicato il
In Lapponia, continuano i test invernali per il primo suv elettrico di Mercedes che non dovrebbe rinviare il debutto

Continuano i test in Lapponia per il nuovo suv elettrico Mercedes EQC. Il veicolo viene sottoposto in questi giorni a temperature comprese tra i -35° C e i 50° C per testare la sua resistenza a situazioni ambientali estreme. A proposito di questo modello nella giornata di ieri si era diffusa la notizia che le consegne del suv elettrico sarebbero state posticipate di almeno 3 o 4 mesi fino a novembre. Invece dovrebbe rimanere confermato che i clienti che hanno ordinato il modello di Mercedes lo riceveranno entro la prossima estate. La casa di Stoccarda ha pubblicato una serie di foto sul web del suo futuro suv elencando alcune delle caratteristiche inedite che lo contraddistinguono.

In Lapponia, continuano i test invernali per il primo suv elettrico di Mercedes che non dovrebbe rinviare il debutto

Mercedes EQC è il primo modello Mercedes-Benz con il nuovo marchio EQ di prodotti e tecnologie. Allo stesso tempo, l’EQC è il simbolo di una nuova era nella mobilità di Daimler. Grazie al nuovo sistema di trasmissione con un powertrain elettrico compatto su ciascun asse, l’EQC è dotato di trazione integrale. La batteria agli ioni di litio da 80 kWh fornisce energia e può raggiungere un’autonomia di oltre 450 km. Al momento non è ancora chiaro quello che sarà il prezzo di partenza del suv che comunque non dovrebbe costare certamente meno di 70 mila euro. 

Leggi anche: Mercedes-Benz porta 6 novità al Salone dell’Automobile di Ginevra 2019

Mercedes EQC in Lapponia, continuano i test invernali per il primo suv elettrico di Mercedes che non dovrebbe rinviare il debutto

Leggi anche: Bmw e Mercedes investiranno 1 miliardo di euro in un piano di car sharing congiunto

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: