Mercedes e Bmw: l’ultimo attacco di Trump è rivolto alle tedesche

Mercedes e Bmw sono le nuove 'vittime' degli attacchi del neo presidente Donald Trump che in un'intervista alla Bild ha promesso 'dazi' sulle importazioni

di Andrea Senatore, pubblicato il
Bmw Serie 5

Nelle ultime ore il Neo Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, dopo aver criticato duramente Toyota e General Motors, sembra aver preso di mira le tedesche Mercedes e Bmw. Il nuovo inquilino della Casa Bianca, parlando con un giornale tedesco, si è chiesto come mai molti americani sono disposti a comprare un’automobile tedesca mentre viceversa pochissimi tedeschi scelgono una Chevrolet. Queste parole, secondo qualcuno, potrebbero rappresentare il preludio ad una qualche iniziativa di Trump volta a favorire l’acquisto da parte degli americani di vetture realizzate negli Stati Uniti. In realtà nel mondo dei motori le cose sono molto meno semplici di quello che si può pensare.

Infatti se è vero che Chevrolet vende poche auto in Germania visto che praticamente non è presente con i suoi modelli in quel mercato, è anche vero che Opel che fa parte dell’americanissima General Motors vende tantissime auto nel paese teutonico. Inoltre non tutte le Bmw e Mercedes vendute negli Stati Uniti sono realizzate in Germania, ma anzi un gran numero di queste viene prodotto negli stabilimenti americani delle due case automobilistiche tedesche. Bmw e Mercedes, al pari di Toyota, Honda o Nissan, impiegano migliaia di operai negli Stati Uniti in paesi quali Alabama, Sud Carolina e Texas. Mentre ad esempio Ford e General Motors vendono molte delle proprie auto al di fuori dei confini americani.

Anche nel corso dell’intervista rilasciata al giornale tedesco ‘Bild’, Donald Trump ha minacciato Bmw e Mercedes di imporre su ogni auto importata in America una tassa del 35%. Il nuovo inquilino della casa bianca ha consigliato ai due famosi brand tedeschi di realizzare negli Stati Uniti le vetture che intendono vendere negli Usa per poter così beneficiare del taglio delle imposte che presto il neo Presidente metterà in atto negli USA. Matthias Wissmann Presidente dell’associazione tedesca dell’industria automobilistica ha dichiarato di prendere molto sul serio le dichiarazione del numero uno degli Stati Uniti.

Leggi anche: Alfa Romeo: i numeri del 2016 in Europa fanno ben sperare per il 2017

Mercedes-Benz GLA restyling

Mercedes-Benz GLA restyling

Leggi anche: Fiat Chrysler, crescita record in Europa nel 2016 grazie ad Alfa Romeo

Per la Germania il mercato auto americano è di fondamentale importanza per mantenere positivi i numeri delle esportazioni. Le case automobilistiche sono tutte in attesa di scoprire quelle che saranno in concreto le iniziate che il nuovo Presidente prenderà per quanto riguarda il settore delle auto. Da queste novità molto dipenderà il futuro del settore e le varie aziende dovranno dunque modificare i propri piani in base a quello che verrà deciso nei prossimi mesi.

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: BMW, Mercedes

Leave a Reply