FIAT CHRYSLER, MASERATI

Maserati: nonostante un primo semestre davvero buono sembra difficile raggiungere gli obiettivi

Per Maserati sarà difficile raggiungere l'obiettivo delle 55 mila immatricolazioni annue senza novità importanti nella sua gamma.

di Andrea Senatore, pubblicato il
Maserati Levante

Maserati ha venduto circa 25 mila automobili nel primo semestre del 2017. Si tratta di un ottimo risultato, che in pratica raddoppia le vendite della casa automobilistica del Tridente rispetto al primo semestre dello scorso anno.

Merito, soprattutto, delle ottime vendite riscontrate in questo periodo dal primo Suv nella storia del brand italiano di Fiat Chrysler Automobiles: Maserati Levante. Nonostante questi ottimi risultati, però, sembra difficile che il Tridente possa realmente raggiungere gli obiettivi prefissati originariamente per il 2017.

Sembra difficile per Maserati raggiungere entro fine anno 55 mila immatricolazioni

Infatti, ricordiamo che sia il numero uno di Fiat Chrysler Automobiles che l’amministratore delegato di Maserati, Reid Bigland, hanno detto che l’obiettivo per il 2017 era quello di arrivare a 55 mila immatricolazioni. Dunque ciò significa che nel secondo semestre del 2017 il Tridente dovrebbe vendere circa 30 mila unità.

Si tratta di un obiettivo non impossibile ma oggettivamente difficile da raggiungere, visto che comunque, al momento, la gamma del brand di Modena non presenta novità tali da poter far impennare le vendite garantendo oltre 5 mila unità in più di quanto registrato nei primi 6 mesi dell’anno.

Ricordiamo anche che per il 2018, sempre secondo i piani di rilancio ipotizzati da Sergio Marchionne e dai dirigenti di Maserati, il brand italiano dovrebbe raggiungere le 70 mila unità immatricolate. Anche in quel caso non sarà facile tenere fede a quelle che erano le aspettative dei vertici di FCA.

Ovviamente, le cose potrebbero cambiare se la gamma dello storico marchio dovesse arricchirsi con nuovi modelli. In quel caso, infatti, le cose potrebbero cambiare radicalmente. Al momento, però, non sembra che vi siano importanti novità all’orizzonte da qui alla fine del 2018. 

 

Maserati Per Maserati sarà difficile raggiungere l’obiettivo delle 55 mila immatricolazioni annue senza novità importanti nella sua gamma

 

Leggi anche: Alfa Romeo e Maserati vorrebbero collaborare con Apple, parola di Roberto Fedeli

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: FIAT Chrysler, Maserati

I commenti sono chiusi.