Maserati: il team principal di Haas apre le porte ad una trattativa

Haas: il team principale ammette che un eventuale interesse di Maserati verrebbe preso in considerazione con grande interesse.

di Andrea Senatore, pubblicato il
Maserati

Dopo Alfa Romeo anche Maserati potrebbe fare il suo ritorno in Formula 1. Vi avevamo anticipato negli scorsi mesi i rumors provenienti dalla massima competizione automobilistica secondo cui Sergio Marchionne starebbe pensando seriamente di riportare anche il tridente in F1. Nelle scorse ore è arrivata la conferma da parte del team principal di Haas  Gunther Steiner. Il numero uno della scuderia americana ha ammesso che esiste  la volontà del suo team di mettere in atto in futuro una grossa operazione commerciale. Alla domanda di un giornalista che chiedeva di un’eventuale accordo con Maserati, Steiner ha detto che la sua società sarebbe aperta al dialogo anche se al momento in proposito non vi è nulla di concreto.

Haas: il team principal ammette che un eventuale interesse di Maserati ad una futura collaborazione verrebbe preso in considerazione

Haas ammette che la sua priorità è proprio quella di trovare un title sponsor che possa permettere alla scuderia di vivere con maggiore serenità la sua esperienza in Formula 1 fin qui assai breve e avara di soddisfazioni. Maserati dunque potrebbe essere il nome giusto con cui dare il via ad una partnership sulla scia di quella realizzata di recente da Sergio Marchionne per Alfa Romeo con Sauber. Secondo i soliti bene informati, sotto traccia le due parti starebbero dialogando e dunque non si esclude che già nei prossimi mesi qualche novità possa arrivare. Questo sebbene al momento le due aziende smentiscano le voci che con sempre maggiore insistenza trapelano dal mondo dei motori.

Leggi anche: Alfa Romeo, Fiat, Maserati e Jeep: ecco le notizie più importanti della prima settimana del 2018

Haas Maserati

Haas: il team principal ammette che un eventuale interesse di Maserati ad una futura collaborazione verrebbe preso in considerazione con grande piacere

Leggi anche: Maserati: nuovo allarme dei sindacati sul futuro dello storico stabilimento di Modena

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Maserati