Maserati ha chiarito la sua strategia di elettrificazione

Maserati introdurrà motori ibridi e puramente elettrici a batteria in tutti i nuovi modelli

di , pubblicato il
Maserati

Maserati sta chiarendo la sua strategia di elettrificazione: il marchio italiano introdurrà motori ibridi e puramente elettrici a batteria in tutti i nuovi modelli. Inoltre, tutti i veicoli elettrificati saranno sviluppati e costruiti interamente in Italia. L’elettrificazione inizierà quest’anno con una versione ibrida della Maserati Ghibli, prima che inizi il prossimo anno verrà avviata la produzione dei primi modelli Maserati completamente elettrici, GranTurismo e GranCabrio. La casa del tridente sta investendo 800 milioni di euro nella produzione di questi veicoli elettrici.

Maserati introdurrà motori ibridi e puramente elettrici a batteria in tutti i nuovi modelli

Solo di recente, Maserati ha iniziato a testare il suo sistema di trasmissione completamente elettrico e prevede di equipaggiarlo con i primi modelli a partire dal 2021. GranTurismo e GranCabrio EV devono essere costruiti a Torino, dove la società madre FCA sta attualmente costruendo un centro di assemblaggio delle batterie. Secondo il Gruppo, il cosiddetto hub per le batterie avrà anche un centro per lo sviluppo della tecnologia e dei prototipi, tra le altre cose. Sempre a Torino ricordiamo che Fiat Chrysler lancerà a breve la sua prima auto completamente elettrica Fiat 500 elettrica.

Leggi anche: Maserati Quattroporte e Levante mostreranno edizioni speciali alla Monterey

Quindi, lo stabilimento Mirafiori di Torino diventerà in futuro il fulcro dell’elettrificazione e della mobilità della FCA in Europa. Tuttavia, “il cuore di Maserati” rimarrà a Modena, dove si trovano la sede e il laboratorio di innovazione. Anche questa fabbrica è attualmente in fase di modernizzazione. Secondo un piano di investimenti pubblicato lo scorso novembre, Fiat Chrysler prevede di investire oltre 20 miliardi di euro nell’elettrificazione dei suoi impianti italiani entro il 2021. Oltre a Maserati, FCA spenderà per un’architettura condivisa e un motori ibrido plug-in per i marchi Jeep, Alfa Romeo e Fiat negli stabilimenti Mirafiori e Pomigliano.

Leggi anche: Maserati presenta l’edizione Royale per Quattroporte, Levante e Ghibli

Argomenti: