Maserati: a Grugliasco una settimana di cassa integrazione a luglio

Lo stabilimento Maserati di Grugliasco viene nuovamente interessato da una settimana di cassa integrazione ad inizio luglio

di Andrea Senatore, pubblicato il
Maserati

Arrivano brutte notizie dallo stabilimento Maserati di Grugliasco. Ancora una volta viene data comunicazione della decisione dei responsabili del gruppo italo americano Fiat Chrysler Automobiles, di una nuova settimana di cassa integrazione. Questa interesserà il celebre stabilimento a luglio. Esattamente la settimana in cui si verificherà questo spiacevole evento è quella che va dal 3 al 7 luglio. Il provvedimento riguarderà tutti i circa 1.200 lavoratori che trovano spazio all’interno della fabbrica di Fiat Chrysler. 

 

Maserati Grugliasco: nuovo stop alla produzione a luglio

 

Dario Basso, segretario generale della Uilm di Torino, ovviamente commenta amaramente la notizia. Si tratta del resto della conferma di come le cose per questo storico stabilimento non vadano al momento molto bene. Il  segretario generale della Uilm comunque ritiene che si tratti di un qualcosa di fisiologico e dunque di non particolarmente allarmante. Dario Basso si dice infatti convinto che nella seconda parte dell’anno i livelli di produzione del sito piemontese di FCA aumenteranno.

 

Questo ennesimo stop dunque non dovrebbe mettere a rischio il futuro dei lavoratori dello stabilimento che ovviamente ogni qual volta viene data loro notizia di nuove settimane di cassa integrazione si preoccupano per il futuro della fabbrica in cui lavorano. Ricordiamo che comunque nei prossimi anni qui dovrebbe essere prodotta qualche nuova auto di FCA e dunque è facile ipotizzare che quando questo accadrà lo stabilimento tornerà ad operare a pieno regime e addirittura non si esclude che nuove assunzioni in futuro potranno essere necessarie. 

 

Leggi anche: Alfa Romeo, Fiat, Maserati e Jeep: le notizie più importanti della settimana

 

Maserati Grugliasco

Maserati Grugliasco

 

Leggi anche: Maserati Levante S: le sue vendite rappresenteranno il 10% del totale in Uk

 

Lo stabilimento Maserati di Grugliasco negli ultimi tempi è salito agli onori delle cronache per il furto di 30 motori di derivazione Ferrari. Si spera ovviamente che nei prossimi mesi novità positive potranno riportare agli onori delle cronache la fabbrica che ha fatto la storia recente del gruppo italo americano guidato dal numero uno Sergio Marchionne. 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: FIAT Chrysler, Maserati

Leave a Reply