Maserati Ghibli e Quattroporte, richiamo per alcune unità per un problema alla modalità Park

Alcuni esemplari di Maserati Ghibli e Quattroporte sono stati richiamati in Australia e Nuova Zelanda per il malfunzionamento della modalità Park

di Andrea Senatore, pubblicato il
Maserati Ghibli

Alcuni esemplari di Maserati Ghibli e Quattroporte prodotti nel 2014 e venduti in Australia e Nuova Zelanda sono stati richiamati dalla casa automobilistica del Tridente nelle scorse ore per un problema relativo alla modalità di parcheggio. A causa di un difetto all’interblocco questa modalità che solitamente l’auto fa funzionare in maniera automatica non appena si apre lo sportello del conducente potrebbe non funzionare. Questo ovviamente potrebbe causare problemi, soprattutto se l’auto viene parcheggiata in una strada ripida. 

 

Infatti il mancato funzionamento della modalità Park potrebbe causare il movimento della vettura involontario e inaspettato che potrebbe essere causa di incidenti e lesioni per guidatore e passeggeri oltre ovviamente ad eventuali danne a proprietà e altre persone. In totale i veicoli coinvolti nel richiamo sarebbero 329 in Australia e 49 unità in Nuova Zelanda. Si tratta di Maserati Ghibli e Quattroporte prodotte nel 2014.

 

Al momento, Maserati non ha comunicato se vi sono stati incidenti causati da questo problema. Inoltre non sappiamo se nei prossimi giorni il richiamo verrà esteso anche alle Maserati Ghibli e Quattroporte di altri paesi come l’Italia. Per queste informazioni si attendono notizie ufficiali, che potrebbero arrivare nei prossimi giorni. Per il momento il richiamo riguarda solo Australia e Nuova Zelanda. 

 

Leggi anche: Maserati, nel 2021 un suv compatto per fare concorrenza a Porsche Macan?

 

Maserati

Maserati Ghibli e Quattroporte: richiamo in Australia e nuova Zeanda

 

Leggi anche: Maserati: la crescita è impetuosa, l’obiettivo è 70 mila vendite nel 2018

 

Ricordiamo anche che all’inizio di questo mese  39.381 unità di Maserati Ghibli, Levante e Quattroporte sono state richiamate dalla casa automobilistica del Tridente per un problema relativo ad alcuni cavi concernenti la regolazione dei sedili che a causa di un difetto avrebbero potuto causare un incendio. Il richiamo interessa modelli prodotti tra il 2014 e il 2017 e l’inizio dei controlli delle auto difettose è previsto dal prossimo 28 febbraio.

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Maserati

I commenti sono chiusi.