Maserati dal 2022 non userà più motori Ferrari

Dal 2022 Maserati dirà addio ai motori di derivazione Ferrari, non sono ancora chiare le future strategie

di , pubblicato il
Maserati Grugliasco

Una decisione importante è stata presa nei giorni scorsi in casa Maserati. La società automobilistica italiana che fino ad ora ha utilizzato per le sue auto motori di derivazione Ferrari cambierà strategia a partire dal 2022. La conferma è stata data dallo stesso numero uno di Ferrari, l’amministratore delegato Louis Camilleri il quale ha confermato che  la sua società da quella data non fornirà più i suoi motori a Maserati.

Queste dichiarazioni ovviamente lasciano molti dubbi su quelle che saranno le strategie del marchio modenese dopo il 2022. Ci si chiede cioè se il marchio realizzerà motori propri oppure collaborerà con altre aziende.

Vista la volontà di rilancio confermata dal numero uno di Fiat Chrysler Automobiles, siamo portati a pensare che Maserati produrrà da sé i propri motori. Ricordiamo anche che come annunciato dal numero uno del Tridente Harald Wester nei prossimi anni il marchio andrà incontro ad un massiccio programma di elettrificazione della sua gamma e questo probabilmente potrebbe avere influito sulla decisione di mettere fine all’accordo con Ferrari nel 2022. Maggiori dettagli comunque trapeleranno nel corso dei prossimi mesi sulla strategia che la casa italiana deciderà di adottare in proposito. Al momento le uniche certezze per la società del tridente sono l’arrivo il prossimo anno della sportiva Alfieri e a seguire quello di un suv di segmento D il cui nome al momento rimane sconosciuto. Alfieri sarà prodotta a Modena mentre il Suv a Cassino accanto ad Alfa Romeo Stelvio.

Leggi anche: Maserati: nei prossimi mesi conosceremo qualche dettaglio in più su Alfieri e suv compatto

Maserati Levante

Leggi anche: Maserati Levante Trofeo V8 Launch Edition sarà la grande attrazione del tridente a Ginevra

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: