Maserati: la city car di lusso in arrivo era un pesce d’aprile

Maserati 500: in rete sputano i primi bozzetti della possibile futura city car ma si è trattato di un pesce d'aprile

di Andrea Senatore, pubblicato il
Maserati 500

Maserati 500 è il nome ipotetico che viene attribuito dai soliti bene informati al veicolo ritratto in alcuni bozzetti apparsi misteriosamente in rete da qualche giorno, che mostrano un futuro progetto della celebre casa automobilistica del Tridente, che a quanto pare pensa di ingrandire la propria gamma di vetture con l’arrivo di una vera e propria super city car. 

 

Si tratterebbe ovviamente di una notizia clamorosa e tutta ancora da confermare. Tuttavia la notizia viene ritenuta attendibile dagli addetti ai lavori e dunque ve la riportiamo. La futura Maserati 500 secondo qualcuno potrebbe essere una automobile lanciata dalla casa automobilistica modenese di Fiat Chrysler Automobiles per dare ai propri clienti la possibilità di avere una seconda auto più piccola ma ugualmente super lussuosa e accessoriata da alternare nell’uso quotidiano ad una Maserati di quelle più tradizionali.

 

In questo caso la vettura molto probabilmente verrebbe dotata di motore elettrico. Altri invece pensano che in realtà si possa semplicemente trattare di una versione speciale  di una Abarth 695 Biposto super performante per la quale si sarebbe deciso di spendere il nome di Maserati. Si tratterebbe ovviamente di un veicolo molto costoso e dalle prestazioni davvero di altissimo livello.

 

Leggi anche: Fiat Chrysler: la collaborazione con Google potrebbe dare grossi frutti

 

Maserati 500

Maserati 500: i primi bozzetti sono apparsi in rete negli scorsi giorni

 

Leggi anche: Alfa Romeo Stelvio, a Cassino la sua produzione doppia quella di Giulia

 

Non sappiamo quale delle due ipotesi sia quella azzeccata. Certamente questo modello che noi per comodità abbiamo chiamato Maserati 500 prendendo in prestito il nome dai colleghi di Omniauto potrebbe essere un veicolo che se realmente arrivasse sul mercato nel corso dei prossimi anni potrebbe stravolgere completamente gli equilibri in gioco in quella categoria con l’arrivo di un peso massimo come il brand italiano che fa parte di Fiat Chrysler Automobiles. 

 

Ma a quanto pare si tratterebbe semplicemente di un pesce d’aprile.

 

 

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Alfa Romeo, FIAT Chrysler, Maserati

I commenti sono chiusi.